Pagelle - Kjaer, muro decisivo. Rebic: gol e rimpianto. Malissimo Leao

18.04.2021 14:38 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
Pagelle - Kjaer, muro decisivo. Rebic: gol e rimpianto. Malissimo Leao
MilanNews.it
© foto di PHOTOVIEWS

Queste le pagelle di Milan-Genoa:

G. Donnarumma 6: non deve fare grandi parate, Destro lo impallina dagli 8 metri. Brivido nel finale quando sbaglia l’uscita che genera la doppia occasione del Genoa murata sulla linea da Kjaer e Tomori.

Kalulu 6: spinge bene in sovrapposizione a Saelemaekers, soprattutto nel secondo tempo quando apparecchia la tavola per Rebic che, da due passi, spara al primo blu. (dal 62’ Dalot 6: entra in partita con determinazione e voglia).

Kjaer 7: nel corpo a corpo vince il duello con Destro e, in assenza di Ibrahimovic, è il leader carismatico dei giocatori di movimento. Determinante il primo salvataggio sulla linea a dire di no alla conclusione di Masiello.

Tomori 6: salva la sua prestazione con l’intervento sulla linea a murare Behrami. Non una prova da incorniciare quella odierna per Fikayo, che perde completamente la marcatura su Destro nel gol del pareggio del Genoa.

Theo Hernandez 6: preciso in difesa, meno spumeggiante quando deve gettarsi in proiezione offensiva. Ma va bene così.

Bennacer 6: alterna cose buone ad errori non da lui. Pioli capisce che gli è finita la bombola d’ossigeno e lo richiama nel finale. (dal 74’ Tonali 6: attento nel chjiudere gli spazi nell’assalto finale dei liguri).

Kessie 6: anche per il presidente una prova non del tutto convincente, ma fa quello che deve per portare a casa la pagnotta.

Saelemaekers 6: frizzante nella prima frazione, dove sfiora anche il gol con un destro a giro deviato fuori da un avversario. Sacrificato in nome della vittoria nel break di tre cambi all’ora di gioco. (dal 62’ Brahim Diaz 6: entra con il compito di dover portare imprevedibilità alla fase offensiva, finisce a dover coprire gli spazi nell’assalto genoano)..

Calhanoglu 5,5: altra partita nella quale non riesce a dare continuità alla sua prestazione. Parte bene, come tutta la squadra, poi si spegne andando in un blackout decisionale importante che lo porta a prendere, spesso, la scelta sbagliata. (dal 88’ Krunic sv).

Rebic 6,5: sblocca il match con una rasoiata imparabile per Perin ed è elettrico nelle sue giocate uno contro uno. Si divora, clamorosamente, il gol del 2-1 su assist perfetto di Kalulu in avvio di ripresa.

Leao 4,5: la fotografia della sua partita sta tutta nel rimbrotto udito fin su in tribuna stampa che gli lancia Donnarumma dopo che Rafa si mangia il gol del 2-0 (“fai gol c….o”). Non è un centravanti e si vede nei tempi delle giocate. Spesso è indolente e Pioli lo toglie. (dal 62’ Mandzukic 6: gravita nella zona di Scamacca in occasione del gol della vittoria, ma in generale è ancora lontano dalla forma migliore).

All. Pioli 6: il Milan approccia bene alla partita, la sblocca, ma dopo il vantaggio smette di giocare a certi ritmi ed il Genoa esce fuori. Bravo nel cambiare nella ripresa gli uomini offensivi. :