Pagelle - Saelemaekers devastante. Gigio, due parate da fenomeno. Kessie presidenziale

29.11.2020 17:24 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Pagelle - Saelemaekers devastante. Gigio, due parate da fenomeno. Kessie presidenziale
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Queste le pagelle di Milan-Fiorentina 2-0:

G. Donnarumma 7,5: in una partita dominata dal Milan, ci sono due parate atomiche di Gigione. La prima è la deviazione sul tiro violento di Vlahovic che si stampa sul palo. La seconda è nell’uno contro uno con Ribery dove guarda negli occhi il francese, resta in piedi fino alla fine e con la mano destra disinnesca il lob del francese. La parata sul colpo di testa di Pezzella è quasi da normale amministrazione.

Calabria 7: annulla totalmente Ribery e Biraghi, che non hanno mai spazio per puntarlo in uno contro uno. Bellissima la palla filtrante con la quale mette in porta Saelemaekers in occasione del primo rigore concesso ai rossoneri.

Kjaer 7: Vlhaovic prova a fare a sportellate, ma ha beccato il cliente sbagliato. Iceman lo costringe ad andarsene su altre zolle a cercare i palloni che gli servirebbero per essere vivo. In fase di impostazione dal basso, fa sempre la scelta giusta.

Romagnoli 7: partiamo dalla prestazione, che è la migliore da quando è tornato in campo, non solo per il gol. Perché a parte Vlahovic che gli scappa in occasione del palo, non sbaglia niente. Ottime letture difensive (evita anche il tap in dopo il miracolo di Donnarumma su Ribery) e torna a dare quella sensazione di sicurezza in coppia con Kjaer. La nota negativa è che il capitano del Milan, anche se sente di esser criticato ingiustamente, non può fare un’esultanza così polemica ed esplicita.

Theo Hernandez 7: si procura il rigore che poi Kessie sbaglia e non solo. Perché oggi ha dimostrato di aver capito ulteriormente quando strappare in fase offensiva e quando, invece, serve gestire il pallone. Cresciuto a vista d’occhio in fase difensiva.

Kessie 7.5: è uno dei migliori in campo, perché in mezzo è dominante. Rende tranquillo Tonali, segna il rigore del 2-0, sbaglia il secondo ma non si abbatte. Anzi, alza ulteriormente il livello della sua prestazione.

Tonali 6.5: Bonera gli chiede di trovare maggior personalità nel farsi vedere e lui, nel corso della gara, si scrolla di dosso quel timore reverenziale che uno con le sue doti non deve avere. Quando inizia a far vedere che si sta divertendo, fa delle belle cose seppur in semplicità. (dall’82’ Hauge sv).

Saelemaekers 7.5: il migliore in campo in assoluto per oggi. Perché fa tutto giusto. Corre, occupa gli spazi in maniera intelligente, riconosce le zone di campo scoperte e va a prendere il posto dei compagni che hanno lasciato la loro posizione. Si procura il rigore del 2-0 e quando punta l’uomo, senza fronzoli, sa essere pericoloso. (dal 91’ Dalot sv).

Brahim Diaz 6: gioca sotto punta e questa è la novità di inizio gara, poiché tutti ce lo saremmo aspettati largo a sinistra. Poi arriva a giocare stretto con Calhanoglu quando devono duettare. Lascia i fuochi d’artificio in spogliatoio e bada al sodo. Gli è mancato lo spunto verso la porta. (dal 75’ Krunic 6: l’uomo dell’ultimo quarto d’ora fa il suo).

Calhanoglu 6.5: concreto, presente, dinamico e voglioso. Quella di oggi è stata una prova da giocatore maturo, capace di sacrificarsi bene nella fase di non possesso e lucido con la palla tra i piedi. Sfortunato quando col mancino, in avvio di ripresa, colpisce il palo.

Rebic 6: quando Pezzella “buca” il cross di Saelemaekers forse non crede ai suoi occhi e perde l’attimo per addomesticare la palla e calciarla verso la porta della Fiorentina. Deve cercare di togliersi di dosso gli ultimi residui dell’infortunio al gomito.

All. Bonera 7.5: insieme a Pioli e al resto dello staff tecnico preparano la partita in maniera esemplare e il Milan la comanda da grande squadra, colpendo la Fiorentina per due volte, fallendo il montante del ko definitivo con il secondo rigore di Kessie e gestendo campo, ritmo e forze nella ripresa.