Con Kalulu inizia la rivoluzione a destra. L'ombra di Dumfries mette a rischio sia Calabria che Conti

18.06.2020 13:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
Con Kalulu inizia la rivoluzione a destra. L'ombra di Dumfries mette a rischio sia Calabria che Conti
MilanNews.it
© foto di PhotoViews

L'arrivo di Kalulu, acquisito a parametro zero dal Milan, non può chiaramente blindare la corsia destra del club rossonero. Il classe 2000, buon prospetto che il Lione ha provato a trattenere fino all'ultimo, deve ancora esordire tra i professionisti, il che giustifica una certa prudenza nelle previsioni. Il francese avrà spazio e potrà sicuramente giocarsela, ma ritenerlo il "risolutore" definitivo di un ruolo senza padrone sarebbe eccessivo. Calabria e Conti non hanno offerto certezze, il che fa presupporre che il club rossonero voglia provare ad investire in quel ruolo per un sicuro titolare. Kalulu potrà comunque offrire un contributo importante aiutato anche dalla sua duttilità: in questa stagione ha giocato spesso da difensore centrale, il che potrebbe aprirgli molteplici spiragli di crescita.

L'OBIETTIVO NUMERO UNO - Su chi puntare dopo l'acquisto di Kalulu? Il Milan sembra aver scelto il suo obiettivo principe: Denzel Dumfries del PSV Eindhoven. Il laterale orange, anche capitano del club olandese, è cresciuto enormemente nelle ultime due stagioni ed è pronto ad un importante step per la sua carriera. Non a caso si è recentemente affidato a Mino Raiola, il che fa intuire la chiara volontà di un trasferimento. Nei primi dialoghi con il procuratore sarebbe entrato anche il nome di Dumfries, per il quale il PSV chiede circa 20 milioni di euro. La cifra è importante ma non proibitiva, considerando quanto profuso dal classe '96 in questa annata: l'Eredivisie non è la Serie A, ma sette reti da un terzino non sono mai da sottovalutare. L'idea del Milan è di inserire Rodriguez nell'affare per abbassare la quota cash, ma gli olandesi sono piuttosto freddini in tal senso: la sensazione è che si possa comunque trovare la quadra, a prescindere da cosa succederà con lo svizzero.

CALABRIA E CONTI - Nell'estate del 2017, con l'acquisto di Conti, la fascia destra del Milan sembrava sistemata per tanti anni. Le prime gare del bergamasco sembravano confermarlo, ma il doppio infortunio al ginocchio ha minato pesantemente il suo percorso in rossonero. In attesa di Conti il club rossonero ha puntato su Calabria: il bresciano ha alternato buone prove ad altre meno convincenti, prima di calare in maniera netta nel corso della stagione in corso, dove abbiamo assistito ad una "staffetta" poco fortunata tra lui e Conti. Contro la Juventus, nella prima gara post lockdown, hanno faticato entrambi, anche quando il Milan non era in inferiorità numerica. Al termine della stagione mancano ancora dodici partite, ma per guadagnare una conferma servirà una dimostrazione importante, senza dimenticare che se arrivasse Dumfries lo spazio si ridurrebbe in maniera consistente. E' probabile che almeno uno dei due sia destinato a lasciare il club rossonero, senza escludere una doppia partenza se il Diavolo riuscisse a centrale il colpo olandese.