CorSera - Il Milan rompe il tabù San Siro: contro il Genoa tre punti d'oro in chiave Champions

19.04.2021 07:57 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
CorSera - Il Milan rompe il tabù San Siro: contro il Genoa tre punti d'oro in chiave Champions
MilanNews.it
© foto di PHOTOVIEWS

Ieri contro il Genoa, il Milan ha finalmente rotto il tabù San Siro, dove non vinceva da inizio febbraio contro il Crotone. Non è stata una partita semplice, anzi i rossoneri hanno sofferto e rischiato parecchio contro i rossoblu di Ballardini, ma alla fine sono arrivati tre punti d'oro in chiave Champions visto che ora il vantaggio sul quinto posto è di sei punti. La corsa per arrivare tra le prime quattro è però ancora lunga, ci sono sette match da giocare, ma ieri il Diavolo ha fatto un bel passo in avanti verso il suo grande obiettivo stagionale.

AUTOGOL DECISIVO - A riferirlo è questa mattina il Corriere della Sera che spiega che la rete decisiva è stata in realtà un autogol dell'uomo più atteso del Genoa, vale a dire Gianluca Scamacca, il quale è uno dei centravanti nel mirino del Milan in vista del prossimo anno. Chi pensava che il Grifone si presentasse a San Siro pensando alle prossime due sfide salvezza contro Benevento e Spezia si è dovuto ricredere perchè la squadra ligure è entrata in campo con l'atteggiamento giusto e per poco non riusciva a portare a casa un punto. 

DOPPIO SALVATAGGIO - La prestazione del Milan è stata piuttosto deludente e con troppi errori, ma, come ha dichiarato anche lo stesso Stefano Pioli nel post-partita, la cosa più importante in questo momento per il Diavolo è vincere. E i tre punti sono arrivati con parecchia sofferenza, basti pensare al doppio salvataggio sulla linea di porta di Kjaer e Tomori dopo un errore in uscita di Donnarumma. Nelle prossime settimane, i rossoneri sono attesi dai match contro Sassuolo, Lazio, Benevento, Juventus, Torino, Cagliari e Atalanta: occorrerà vincerne almeno quattro per arrivare intorno agli 80 punti della quota Champions. Nella speranza che bastino per arrivare tra le prime quattro.