CorSport - Dopo Lugano, il Milan non si arrende: per De Ketelaere si attende un rilancio

27.07.2022 10:00 di Francesco Finulli   vedi letture
CorSport - Dopo Lugano, il Milan non si arrende: per De Ketelaere si attende un rilancio
MilanNews.it

Nella giornata di ieri è andato in scena il secondo summit ravvicinato tra Milan e Bruges, dopo quello di una settimana fa in Belgio, questa volta nella zona franca per eccellenza, la Svizzera e più precisamente Lugano. Secondo quanto emerso l'incontro non ha prodotto effetti significativi sulla trattativa per Charles De Ketelaere, ma nonostante questo il Milan non ha intenzione di mollare l'osso proprio ora.

Avvicinarsi al Leeds

Il Bruges è un bruttissimo cliente, anzi venditore: difficile da piegare e convincere. Come riporta questa mattina il Corriere dello Sport, il club blega non vuole scendere assolutamente sotto la richiesta di 35 milioni di bonus. Il motivo appare chiaro, l'offerta che era arrivata dal Leeds United, che ora sempre defilato, arrivava a circa 37 milioni. De Ketelaere ha però raggiunto un accordo con il Milan e ha chiesto espressamente di vestire rossonero e dunque in Campioni di Belgio si stanno tutelando per ottenere una cifra quanto più vicina possibile a quella messa sul piatto dalla squadra britannica. Il Milan rimane su una cifra vicina ai 32-33 milioni ma, è questo è l'aspetto positivo, nulla è ancora saltato per aria, anzi dalle parti di via Aldo Rossi si continua ad avere grande fiducia.

Atteso il rilancio definitivo

Nonostante si pensasse che l'incontro di ieri a Lugano fosse quello da dentro o fuori, in realtà pare che per il Diavolo ci sia ancora spazio di manovra. Tra richiesta e offerta ballano solo 2 milioni e i Campioni d'Italia stanno ragionando sulla fattibilità dell'operazione. Dopo una trattativa così lunga e dopo aver cercato per così tanto tempo il giocatore, difficile pensare che il Milan si ritira per soli due milioni e duqnue si attende un rilancio nelle prossime ore che saranno decisive. O almenon così si augurano tutti: dai tifosi, alla società, fino a Pioli e passando ovviamente per De Ketelaere stesso. Chiaro che se anche nei prossimi giorni la situazione dovesse rimanere in fase di stallo, il Milan andrà alla ricerca di altri obiettivi.