ESCLUSIVA MN - Giunta (Sky): "Ibra riaccenderebbe il Milan. Theo scelta giusta della società"

03.12.2019 14:00 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
Fonte: intervista di Antonio Vitiello
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Giunta (Sky): "Ibra riaccenderebbe il Milan. Theo scelta giusta della società"

La redazione di MilanNews.it ha contatto in esclusiva Mario Giunta, noto giornalista di Sky. Con lui abbiamo affrontato vari argomenti, tra cui il possibile approdo di Zlatan Ibrahimovic in rossonero, la vittoria del Milan a Parma e la rivelazione del campionato rossonero Theo Hernandez.

Dopo un mese il Milan torna a vincere a Parma. Dal punto di vista dei risultati il MIlan non sta facendo bene, ma la mano di Pioli inizia a vedersi.

"La sua mano si vede. Io mi riporto sempre alle parole arrivate prima di Parma, in cui Pioli ha sempre chiesto tempo alla gente e a chi si occupa quotidianamente di Milan, perché facendo le debite proporzioni aveva detto "è come se fossimo ancora ad Agosto e Settembre". Sono contento della vittoria, per lui personalmente perché aveva bisogno lui e il milan del successo per ritrovare un po di fiducia. Io credo che sia anche molto importante il ritorno di Bonaventura, che è un giocatore straordinario e che finalmente dà un po di equilibrio e soprattutto di grande personalità e qualità al Milan. Ora viene il bello: bisogna dare continuità alla vittoria di Parma e questo sarà il difficile"

A decidere la partita col Parma è stato Theo Hernandez, rivelazione del campionato rossonero. 

"Hernandez è il capocannoniere del Milan e questo da una parte è una conferma per Theo Hernandez, che il Milan ci ha visto bene ad investire tanto su di lui ed era un giocatore molto interessante di cui me ne parlavano tutti molto bene e lo sta confermando. È un treno su quella fascia, ha tecnica, ha forza fisica e obiettivamente ieri a Parma ha fatto un gol da attaccante, perché si è ritrovato la palla lì e l'ha messa dentro. Sicuramente è la più grande sorpresa di questo inizio campionato del Milan. Il campanello d'allarme ovviamente è lì davanti: c'è un problemino che riguarda Leao, specialmente Piatek, che capisco stia passando un momento delicato da forse troppo tempo, però io non lo abbandonerei. A me piace molto, ed è un giocatore di carattere. Se è messo nelle condizioni di far bene, sicuramente anche lui farà bene. Purtroppo in questo momento non era messo nelle condizioni di far bene. Poi, se arriverà davanti qualcun altro vedremo che succederà"

Ibrahimovic è il sogno di tutti i tifosi del Milan...

" Zlatan Ibrahimovic è Zlatan Ibrahimovic, anche a 38 anni riaccenderebbe la piazza rossonera che meriterebbe di avere ancora un po di entusiasmo e secondo me è un giocatore che può dire la sua nel nostro campionato. Farebbe bene al Milan, poi saranno problemi di Pioli metterlo in campo. Quello che ho detto prima per Piatek vale anche per Ibrahimovic. Non si discute sul fatto che sia un fuoriclasse assoluto, ma deve essere anche nelle condizioni di fare bene. Non ci dobbiamo immaginare un Ibra che viene e vince la partite da solo, forse una volta poteva succedere".