Fassone vola in Cina. Debito e Uefa, l’anno cruciale del Milan: il 6 gennaio scade l’esclusiva con Highbridge

 di Salvatore Trovato  articolo letto 33268 volte
Fassone vola in Cina. Debito e Uefa, l’anno cruciale del Milan: il 6 gennaio scade l’esclusiva con Highbridge

Il 2017 è stato un anno storico per il Milan con l’addio di Berlusconi e la cessione della società rossonera (avvenuta lo scorso 13 aprile) al gruppo guidato da Yonghong Li. L’inizio del nuovo anno, come riporta l’edizione odierna del Corriere della Sera, sarà fondamentale per comprendere le sorti del progetto cinese.

RIFINANZIAMENTO - Durante la sosta del campionato, Marco Fassone volerà in Cina per incontrare Mister Li e verificare di persona il lavoro svolto da "Milan China", la società creata per veicolare l’immagine commerciale del club in Oriente. Qualche giorno prima, invece, per la precisione il 6 gennaio, scadrà il periodo di esclusiva (siglato grazie alla mediazione di Bgb Weston) con Highbridge, il fondo interessato a rifinanziare il debito con Elliott.

ESAME UEFA - I vertici di via Aldo Rossi, riferisce il CorSera, contano di dare una risposta entro fine mese, dopo aver valutato la proposta di rifinanziamento. In caso di accordo con Highbridge, Fassone potrebbe presentarsi in primavera davanti alla commissione UEFA per discutere il settlement agreement con più serenità.