Ibra subito titolare a Cagliari, idea 4-3-1-2 per rilanciare il Milan

08.01.2020 15:15 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ibra subito titolare a Cagliari, idea 4-3-1-2 per rilanciare il Milan

Il Milan non vince da ben tre partite e non segna da altrettante gare. Il problema inizia ad essere serio e la società rossonera ha bisogno di una rivoluzione tattica. Con il Cagliari è arrivato il momento di mettere da parte il 433, che ha rappresentato il club in questi anni bui, e di passare alle due punte. La soluzione migliore al momento risulta il 4312, ma con l'arrivo di un difensore in questa sessione di mercato anche il 352 è un modulo più che appetibile.

ADDIO AL 433 – Il modulo tanto usato negli ultimi anni rischia di essere la rovina del Milan di Stefano Pioli, utilizzato solamente per mettere Suso nelle condizioni di fare bene. L’esterno spagnolo in questo momento però non da garanzie, soprattutto dopo l’ultima gara contro la Sampdoria, forse la peggiore da quando veste la casacca del Diavolo. Ed ecco che proprio il numero 8, che per 152 ha occupato il ruolo di ala destra, sarà molto probabilmente panchinato per dar più spazio a Leao e Zlatan Ibrahimovic, che ha infuocato la piazza rossonera dopo il suo arrivo. A Cagliari, quindi, potremmo vedere il 4312.

4312, PIU' DI UN'IDEA – Al momento rimane solo un’ipotesi, ma il 4312 potrebbe diventare realtà a Cagliari. Il modulo tanto usato da Giampaolo, che ha fallito miserabilmente ad inizio stagione, potrebbe tornare con le idee di Pioli. Partiamo dall’attacco, vero problema di questo Milan: fuori Piatek e Suso, dentro Ibra e Leao. Queste potrebbero essere le prime scelte da parte dell’allenatore parmense, che ha provato il portoghese e lo svedese in coppia contro la Sampdoria. Scelta azzeccata? Non si sa, alla fine contro i blucerchiati la via del gol non è arrivata, ma il numero delle occasione è aumentato vistosamente. Il trequartista rimane ancora un'incognita e i contendenti sono 3: Bonaventura, Calhanoglu e Paquetà.  A centrocampo l'unica certezza è Bennacer in mediana. In difesa, al momento, l'unico dubbio è il ballottaggio tra Conti e Calabria, anche se il terzino bergamasco rimane sempre in vantaggio.