Il crollo prima della scalata: la Champions non è scontata. Milan impara e riparti

14.02.2021 16:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Il crollo prima della scalata: la Champions non è scontata. Milan impara e riparti

Le serate nere capitano, anche alle grandi, grandissime, squadre. Figuriamoci in una stagione come questa, eccessiva nei picchi e nei tuffi dai crepacci come non mai. Lo scivolone del Milan, contro uno Spezia sostanzialmente perfetto, si iscrive a questa categorie di gare. Si può quindi voltare pagina e dimenticare, sfogliando con la testa dall'altra parte? Non si può. La debacle tecnica del Picco è stata troppo eccessiva, troppo evidente sotto ogni grado e valutazione. L'approccio, sbagliato; le contromisure, fallite; l'avvio dopo l'intervallo, terribile. Il problema non è la sconfitta in sé, ma la maturazione unita al crollo diffuso su tutti i fronti.

L'OBIETTIVO, QUELLO VERO - Il risultato di Inter-Lazio non deve interessare, se non per nuda cronaca: che l'Inter sia a +1, la Lazio a -6, o un più equo -1/-8 (lo scenario migliore). A forza di sentir parlare di scudetto, le bocche si sono addolcite troppo, i voli pindarici hanno volteggiato ben oltre le reali possibilità, le opinioni portate all'eccesso, come se il Milan fosse una schiacciasassi che domina in Italia da nove anni a questa parte. Non è così oggi e non era così nel pre Spezia, nonostante i 49 punti in 21 giornate e il primo posto mantenuto da settembre a questa parte. Deprimersi se il primato fosse perso, se le chance per il titolo si sfocassero, sarebbe un errore clamoroso, perché l'obiettivo (quello sì da centrare a tutti i costi) è un altro.

L'ESAME "FINALE" - Inter, Roma, Udinese, Verona e Napoli. Queste le prossime cinque sfide del Milan in campionato. Uno snodo complicato e decisivo che i rossoneri dovranno affrontare con pensieri positivi, senza limitare i propri sogni ma con la testa ben salda sulle spalle. Perché il traguardo Champions va centrato a tutti i costi. I giallorossi sono a -6, Juve e Napoli possono sfruttare il recupero per mangiucchiare terreno, la Lazio sta macinando risultati, senza dimenticare l'Atalanta. La sconfitta contro lo Spezia potrebbe ripulire le menti milaniste da elucubrazioni fantasiose e prepararle al meglio per il prossimo tour de force, a partire dal derby. Allo stesso tempo, se accadesse l'opposto, il Diavolo rischierebbe tanto, forse tutto. Uno snodo fondamentale e decisivo.