Just an illusion: la cronistoria di ciò che poteva essere e non è stato

31.01.2022 18:15 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Just an illusion: la cronistoria di ciò che poteva essere e non è stato
MilanNews.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La finestra di mercato che si chiuderà tra poco era partita con un’idea chiara da parte della dirigenza: provare a sostituire Simon Kjaer che era stata, a sua volta, un cambio rispetto alla convinzione originaria che era quella di non fare nulla in entrata. Alla fine, se si esclude Marko Lazetic arrivato al posto di Pellegri, è ciò che è successo. Senza alcun tono polemico prima che qualcuno si possa risentire, facciamo mera cronaca di quello che è stato il gennaio più povero degli ultimi quattro anni in termini di inserimenti in rosa.

BOTMAN SUBITO, ANZI NO
Da quando Kjaer si è rotto il crociato, Maldini e Massara hanno avviato i contatti con gli agenti di Sven Botman cercando di capire se ci fossero le condizioni per poterlo portare subito a Milanello. La volontà del giocatore è stata chiara: sì al Milan, no al Newcastle. Ma quella del Lille, legittimo proprietario del cartellino, è stata ben diversa: veto assoluto alla sua partenza. Ci hanno provato per settimane, ponendo le basi per quella che sarà una delle trattative più importanti della prossima estate. Poi sono stati sondati i profili di Abdou Diallo (il secondo in ordine di preferenza di Pioli) e di Eric Bailly. Ma per motivi diversi, nessuno dei due si è concretizzato. Negli ultimi giorni non è andato a buon fine il tentativo per Thiaw dello Schalke04, che si conferma una società con la quale il Milan non ha un grande feeling sul mercato.

NIENTE IN MEZZO E DAVANTI
Con la Coppa d’Africa in corso e con le prove di alcuni elementi che non hanno convinto, in tanti hanno invocato l’arrivo di un centrocampista. Ma a parte il tentativo nelle ultime ore per Renato Sanches, anche lui obiettivo bollente per l’estate, non c’è stato niente di concreto né in mezzo né sulla trequarti, dove qualcosa sarebbe servito eccome. Specie sulla corsia di destra, dove il profilo di Dejan Kulusevski, per caratteristiche tecniche, avrebbe fatto comodissimo-

Con Castillejo che rimane, si chiude la sessione invernale del Milan. Un’illusione di acquisti, ora testa solo al campo.