Le Veneri di Milo(s): marmo da sgrezzare in ottica prima squadra

21.07.2021 20:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Le Veneri di Milo(s): marmo da sgrezzare in ottica prima squadra
MilanNews.it

L'interesse e il lavoro del Milan verso il calcio giovanile da qualche anno a questa parte non è sicuramente un mistero. Non solo per la prima squadra, le strategie di Maldini, Massara e Moncada riguardano anche la Primavera. Per l'area tecnica rossonera è importante rinforzare la formazione allenata da mister Giunti, sia puntando su talenti del settore giovanile e sia andando a pescare diamanti grezzi all'estero.

MILOS - Il titolo del pezzo ovviamente fa riferimento, con leggerezza e si spera simpatia, al giovane Milos Kerkez, terzino sinistro classe 2003. L'ungherese è arrivato al Milan durante l'ultimo mercato invernale dall'ETO FC Győr. La squadra scouting ha visto in lui un giocatore prestante fisicamente, con la gamba giusta e veloce. Dopo sei mesi in Primavera Kerkez si sta adattando sempre di più al calcio italiano, e quest'estate sarà ad allenarsi Milanello con la Prima Squadra insieme ad altri suoi giovani compagni. Mister Pioli lo valuterà e lo schiererà nelle varie amichevoli che giocheranno i rossoneri, ed infatti Milos è sceso in campo per 45 minuti nel secondo tempo della sgambata a Milanello contro la Pro Patria. Il livello dell'avversario ovviamente non è stato alto e particolarmente allenante, ma l'atteggiamento del terzino è stato convincente. L'ungherese ha interpretato al meglio quanto gli era stato chiesto dall'allenatore, facendosi trovare pronto e attento lungo tutta la fascia sinistra. Una buona prova che è stata premiata anche due gol, entrambi simili e di pregevole fattura: un sinistro potente lasciato partire dentro l'area di rigore dopo una percussione sul lato sinistro. Il giocatore ovviamente dovrà essere valutato ulteriormente e ancora più a fondo, ma i movimenti di mercato della società vanno verso una direzione chiara: giocatori grezzi ma dal talento evidente, da modellare e "creare" sotto lo scalpello dello staff di Milanello.

I PROSSIMI - Emil Roback, arrivato lo scorso anno dall'Hammarby è un colpo che può essere inteso sotto quest'ottica, così come i nomi che in questi giorni circolano con insistenza: Warren Bondo, eclettico centrocampista del Nancy con cui il Milan ha già un accordo sul contratto, e Pierre Dwomoh, talentuoso trequartista del Genk che sui social non ha sicuramente nascosto tutta la sua gioia per la possibilità di vestire rossonero nel prossimo futuro. Inoltre colpi del genere sarebbero utili anche per il presente: con la qualificazione in Champions League della Prima Squadra la Primavera parteciperà alla Youth League e il livello degli avversari si alzerà di conseguenza. Presente e futuro, la programmazione rossonera continua e non vuole lasciare nulla al caso.