Marcatura classica, lanci e leadership: Pioli pensa a Kjaer per la Supercoppa. E stats alla mano...

17.01.2023 18:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Marcatura classica, lanci e leadership: Pioli pensa a Kjaer per la Supercoppa. E stats alla mano...
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

La probabile formazione del Milan per la Supercoppa Italiana di domani contro l'Inter prevede un solo serrato ballottaggio: Simon Kjaer o Pierre Kalulu per affiancare Fikayo Tomori al centro della difesa? Stefano Pioli scioglierà in queste ore il suo dubbio, valutando al meglio sia per condizioni fisiche che per motivazioni tecnico-tattiche.

Statistiche alla mano
La coppia Kalulu-Tomori è, senza dubbio, quella titolare del Milan, protagonista del rush finale Scudetto della passata stagione con ben 8 clean sheet nelle ultime 10 gare di campionato. In questa stagione, però, complici gli infortuni di Maignan e quelli prolungati della fascia destra, il duo non si è quasi mai espresso sui livelli di compattezza - precisando sempre che si difende di squadra e non con i soli due centrali - della scorsa annata. Con Kjaer in campo, invece, i rossoneri hanno subito appena un gol in questa stagione: contro la Sampdoria, quando i rossoneri erano rimasti in 10. Poi stop, zero. Con Kjaer non si prende gol, statistiche alla mano.

Le motivazioni
Ecco perché Stefano Pioli potrebbe affidarsi al danese per l'importantissima gara di domani contro l'Inter. Motivazioni tecniche: Kjaer è un difensore classico, da uomo a uomo, fortissimo sui cross e sui calci piazzati, punto debole della difesa rossonera nelle ultime settimane. Motivazioni tattiche: i lanci di Kjaer per la corsa degli esterni sono mancati nelle ultime partite e il 3-5-2 dell'Inter va sfruttato con questa giocata. Motivazioni mentali: l'esperienza, la leadership, il carisma del numero 24 sono a dir poco fondamentali in questo tipo di partite. Il ballottaggio è serrato, ma se Kjaer dovesse confermare di sentirsi pronto per giocare dall'inizio è certamente probabile che la scelta della maglia da titolare ricada su di lui.