Milan, i conti non tornano? Inutile farseli prima della Lazio: sarà la partita determinante

22.04.2021 18:00 di Redazione MN.   Vedi letture
Milan, i conti non tornano? Inutile farseli prima della Lazio: sarà la partita determinante
© foto di Imago/Image Sport

Per il tema di questo articolo - la corsa Champions - sarebbe stato più logico pubblicarlo dopo le partite di questa sera tra Roma e Atalanta e tra Napoli e Lazio, perché si avrebbe avuto un quadro più chiaro e definito di quello che sarà la classifica dopo i 32 turni disputati. La scelta dell'orario di pubblicazione, però, non è casuale: il Milan non deve guardare tanto a ciò che fanno le altre, ma ha assoluta necessità di pensare a sé stesso almeno fino a lunedì. Il 26 aprile, infatti, i rossoneri di Pioli saranno ospiti della Lazio: partita non importante, ma determinante.

DETERMINANTE PERCHÉ - "Che costituisce il presupposto causale assoluto di qualcosa; risolutivo, decisivo": è questo il significato da vocabolario del termine 'determinante' ed il concetto è perfetto per la situazione del Milan. A Roma bisogna vincere: inutile, senza i tre punti, farsi ipotetici conti su quella che potrebbe essere la classifica in zona Champions di fine campionato. A Roma bisogna vincere per cancellare la delusione della sconfitta contro il Sassuolo. A Roma bisogna vincere perché, senza i tre punti, si diventerebbe gli sfavoriti tra le cinque contendenti per la Champions. A Roma bisogna vincere per riprendere un ritmo che, negli ultimi 4 mesi, ha spesso subito diversi rallentamenti.

SPERANZA TRASFERTA - 'Colpa' - se così si può definire - di San Siro. Il Milan, per il rendimento in casa, è ottavo in classifica, mentre in trasferta si viaggia con una marcia da record: 13 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta. La speranza, dunque, è che Kessie e compagni riescano a scrollarsi di dosso la paura di vincere che li attanaglia a San Siro, affrontando il big match contro la Lazio con il solito temperamento che ha contraddistinto questa stagione. Servirà, sicuramente, più lucidità nelle scelte sia in attacco - contro il Sassuolo si è perso per non aver chiuso la partita quando si aveva la possibilità di farlo - che in difesa, con i goal subiti che arrivano senza sosta da 6 partite (un solo clean sheet nelle ultime 15 gare). A Roma sarà un vero e proprio scontro diretto a prescindere dal risultato di questa sera: bisogna allontanare la Lazio dalla corsa, cercando di confrontarsi 'solo' con Juventus, Atalanta e Napoli. Anzi: di essere dipendenti solo dal Milan stesso.