Muscoli e centimetri, ma anche dribbling e qualità: i numeri di Meité al Toro e cosa darà al Milan

14.01.2021 14:00 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Ivan Cardia per tuttomercatoweb.com
© foto di Image Sport
Muscoli e centimetri, ma anche dribbling e qualità: i numeri di Meité al Toro e cosa darà al Milan

Muscoli e centimetri per dare fiato al centrocampo del Milan. I rossoneri hanno praticamente chiuso col Torino l’affare che porterà alla corte di Pioli il francese Soualiho Meïté: affare da 9 milioni di euro complessivi, in prestito oneroso con diritto di riscatto (qui i dettagli). L’obiettivo, appunto, è fornire un ricambio di quantità e qualità alla mediana del Diavolo. Anche per sorreggerla nella corsa scudetto.

I numeri di Meité al Toro - Classe ’94, approdato in granata dal Monaco nell’estate 2018, il francese di origini ivoriane è costato alla società di Cairo poco più di 11 milioni di euro. Dal suo arrivo in granata ha disputato finora 94 partite: con 6.650 minuti complessivi in campo, è l’avventura più lunga della sua carriera. Titolare fisso nonostante l’avvicendarsi di tecnici sulla panchina del Toro, ha sempre giocato almeno 30 presenze nelle due stagioni completate: 35 partite di A, con 2 gol e 3 assist, nel primo anno all’ombra della Mole Antonelliana. 33 caps nel massimo campionato, con due assist, nella scorsa stagione. In quella attuale, agli ordini di Giampaolo, ha continuato a essere impiegato con grande continuità, fino alle ultime partite: anche per ragioni di mercato, l’ultima gara al Torino rimane la trasferta di Napoli del 23 dicembre. In totale, nella Serie A 2020/2021, le presenze sono 14, con un gol e un assist, e un minutaggio medio di circa 66’ a gara. Un titolare, appunto.

Che qualità nei dribbling - Confrontando i numeri di Meité con quelli della Serie A anche grazie al database di Comparisonator, emergono alcuni dati piuttosto interessanti. Per esempio, è il terzo miglior centrocampista centrale della Serie A per dribbling riusciti in media: 2,71 a partita, soltanto due giocatori decisamente più offensivi come Messias (5,15) e De Paul (4,26) hanno sinora fatto meglio di lui in questo ruolo. Positivo anche il dato sulle azioni d’attacco portate avanti con successo: ben 3,62 a partita, settimo centrocampista della A sotto questa statistica. Meité spicca poi anche per duelli offensivi vinti (4,61 a partita) ed è il decimo miglior centrocampista della A per passaggi filtranti riusciti (0,54 a partita). Meno positivi, forse a sorpresa date le sue qualità fisiche, i dati sui recuperi palla (3,8 a partita, 68° in A) e sugli intercetti (3,62 e 43esimo posto); a livello difensivo porta a termine 7 azioni difensive in media a partita e vince 2,89 duelli ogni 90 minuti. Chi segue il nostro campionato, del resto, lo sa: muscoli e centimetri, ma anche una discreta dose di qualità, per rinforzare il Milan.