Nuovo stadio: Milan e Inter chiedono chiarezza al Comune su San Siro e cubature

12.11.2019 20:30 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Nuovo stadio: Milan e Inter chiedono chiarezza al Comune su San Siro e cubature

A Milano, il tema "nuovo stadio" continua ad essere molto caldo. Milan e Inter, dopo il primo via libera di Consiglio comunale e Giunta, aspettano indicazioni più precise sul significato di rifunzionalizzazione di San Siro, il cui futuro resta sempre il nodo principale da sciogliere: deve restare in piedi tutto lo stadio, una parte, la facciata di un anello, una torre? Una volta fatto chiarezza su questo punto, i due club potranno mettere in campo le loro idee e proporre un'alternativa alla demolizione del Meazza.

CUBATURE - Lo riferisce oggi Tuttosport che spiega che nel frattempo Milan e Inter, con l'advisor, stanno rivedendo le stime del Piano economico e finanziario: il divieto di andare oltre le cubature del Piano di governo del territorio (quasi la metà di quelle previste da Inter e Milan) diminuisce infatti la reddittività calcolata inizialmente e quindi rossoneri e nerazzurri devono fare le loro valutazioni. Anche su questo tema, le due società vogliono maggiore chiarezza e capire se ci sia un margine di negoziazione sui numeri del PGT oppure no. 

PIANO B - Resta poi sempre in piedi il piano B di Milan e Inter, cioè l'area ex Falck a Sesto San Giovanni, ma pure in questo caso c'è grosso punto interrogativo: nei dintorni, infatti, esistono più centri commerciali rispetto alla zona di San Siro e quindi l'area potrebbe essere meno remunerativa. A quel punto, San Siro con meno cubature potrebbe essere comunque l'opzione più allettante per i due club, che intanto continuano il loro dialogo con i tecnici del Comune di Milano.