Roback si mette in mostra: un 2003 talentuoso da far crescere con tranquillità

04.09.2020 17:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Roback si mette in mostra: un 2003 talentuoso da far crescere con tranquillità
MilanNews.it

Il 14 agosto, neanche un mese fa, Emil Roback diventava ufficialmente un nuovo giocatore rossonero. Classe 2003 ma già corteggiato da vari top club: prima del suo passaggio al Milan il DS della sua ex squadra, l'Hammarby, ha confermato anche l'interesse dell'Arsenal: "L'Arsenal ci ha contattato e sappiamo del loro interesse. Emil li ha incontrati ma ci sono anche altre società" e ancora: "Diversi grandi club in Europa hanno cercato Emil, noi ci siamo accordati con due club, quindi è stato Emil a fare la scelta finale". Le cifra per portarlo in rossonero si attesta sul milione e mezzo di euro, un investimento importante per un ragazzo giovanissimo ma che ha già ricevuto un'investitura importante.

IL FUTURO - Il talento riconosce il talento, e dubitiamo fortemente che a Ibrahimovic manchi. È proprio Zlatan, che possiede quote nell'Hammarby e in primavera si è allenato con la squadra svedese, la voce importante che ha speso belle parole per Emil: ”È il futuro", con tanto di foto su Instagram e il suo faccione sorridente di fianco al ragazzino appena sbarcato a Milanello. A Ibra piace sempre essere al centro dell'attenzione, ma Emil Roback è stato scelto dalla dirigenza rossonera dopo un lungo e attento percorso di scouting. Il ragazzo ha davvero delle doti interessanti, sia fisicamente (1,87m di altezza per un fisico slanciato) che tecnicamente. Inizialmente verrà utilizzato per la Primavera, fresca di promozione, ma non è da escludere che possa fare la spola con la Prima Squadra.

CALMA - I tifosi rossoneri hanno potuto vedere all'opera il giovane svedese nell'amichevole contro il Novara di mercoledì, e Roback, seppur contro un avversario modesto, si è messo in mostra. Tanta corsa, un assist, un gol annullato e almeno un paio di azioni che hanno messo in difficoltà la difesa ospite. Emil ha lasciato intravedere colpi interessanti, che hanno fatto drizzare le antenne agli addetti ai lavori e ai tifosi. Ora sta al Milan proteggerlo e scegliere il miglior percorso di crescita per lui, sempre tenendo in mente che si tratta di un classe 2003. In questi casi l'ambiente in cui si cresce e la totale assenza di pressioni e responsabilità fanno davvero la differenza. Ma vedendo la strepitosa crescita di Gianluigi Donnarumma si può stare tranquilli: a Milanello sanno come trattare i piccoli fenomeni. Se anche Roback sarà un crack come il portierone classe '99 lo scopriremo col tempo.