Tonali, prestazione da gigante allo Stadium: il numero 8 sempre più leader del centrocampo rossonero

21.09.2021 16:00 di Pietro Andrigo Twitter:    vedi letture
Tonali, prestazione da gigante allo Stadium: il numero 8 sempre più leader del centrocampo rossonero
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Tra le costanti positive di quest’inizio di stagione per il Milan non si può non citare il nome di Sandro Tonali. Il giovane centrocampista classe 2000, dalla preparazione sino alle prime presenze ufficiali, si è dimostrato uno dei trascinatori della rosa di Pioli garantendo una solidità mentale e di prestazioni da veterano. La crescita del lodigiano, dopo una prima stagione milanista in chiaroscuro, è la palese dimostrazione che la pazienza di aspettare è una virtù spesso dimenticata ma imprescindibile per talenti cristallini come quello di Tonali. Nel cambio di rotta del giocatore, oltre che alla fiducia di Pioli, è stata fondamentale l’attitudine dell’ex Brescia che ha compreso i suoi limiti e ha lavorato sulle sue qualità esaltandole e guadagnando una lucida freddezza nell’approccio alla partita e nelle scelte di gioco. Il Milan in Tonali non ha trovato solo un prospetto per il futuro ma anche una solida vertebra dell’attuale spina dorsale rossonera.

LEADERSHIP DA VETERANO - La prestazione di Tonali allo Stadium non è stata solo tecnicamente ineccepibile ma soprattutto incredibile caratterialmente. Su un campo difficile, contro un avversario sempre insidioso e affamato della prima vittoria stagionale il numero 8 rossonero non si è mai mostrato timoroso né nelle scelte di gioco né nei confronti con i calciatori della Juventus. L’inspiegabile ammonizione ricevuta nello scontro con Dybala racconta di un giovane calciatore che si è comportato da veterano non reagendo alle provocazioni dell’argentino ma al tempo stesso capace di reggere alle parole del 10 bianconero. Questa attitudine caratteriale poi si è vista anche nelle tante scivolate puntuali e nei precisi recuperi palla che evidenziano un’attenzione e un’attitudine da centrocampista pronto alla battaglia e al sacrificio. Questa leadership, guadagnata nell’estate 2021, ha regalato al Milan un giovane condottiero del centrocampo capace di trascinare, sin qui, la mediana rossonera.

DA RISERVA A IMPRESCINDIBILE - La crescita esponenziale di Tonali ha portato alla chiara inversione di rotta che ha portato il classe 2000 dall’essere una riserva insicura a diventare un titolare imprescindibile. Al di là della maturazione tecnico-tattica, il reale motivo che ha portato a questo cambiamento è la crescita mentale del giocatore che allo Stadium ha fornito una prestazione da gigante. Al di là del preciso e decisivo assist per il gol di Rebic, contro la Juventus Tonali non ha sbagliato una scelta di gioco fornendo passaggi semplici e precisi e garantendo una costante copertura difensiva. Sandro, come si legge nelle pagelle di Milannews, ha eclissato il ben più decantato Locatelli con una prova di forza, geometria e solidità mentale che dimostra che gli elogi si guadagnano sul campo. Questa consapevolezza dovrà crescere partita dopo partita soprattutto per confermare la certezza di Tonali come uno dei nuovi leader della mediana rossonera.