Tra senno di poi e interessante affidabilità: Kalulu nuova carta per il Milan di Pioli

20.09.2021 20:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Tra senno di poi e interessante affidabilità: Kalulu nuova carta per il Milan di Pioli
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

I tanti - troppi - infortuni di questo inizio di stagione non stanno, fortunatamente, condizionando eccessivamente i risultati del Milan. Le scelte di Stefano Pioli, però, sono risicate e indirettamente proporzionali al numero di partite che Rebic e compagni dovranno affrontare nelle prossime settimane; c'è, indubbiamente, bisogno di alternare gli uomini e, di conseguenza, di trovare alternative affidabili dalla panchina.

SENNO DI POI - Una di queste, almeno a giudicare da quel che si è visto ieri all'Allianz Stadium, può specchiarsi nella giovane età di Pierre Kalulu; il difensore francese, buttato nella mischia dopo l'infortunio di Kjaer, ha giocato una buona partita contro la Juventus all'esordio stagionale, fornendo garanzie in fase difensiva e soprattutto - aspetto interessante considerando la propensione dei terzini di Pioli - idee in zona offensiva. Col senno di poi, dunque, sarebbe stato forse meglio schierare Kalulu dall'inizio invece che adattare da terzino Tomori, ma, ovviamente, col senno di poi è troppo semplice parlare ed è anche legittimo che Pioli faccia le sue scelte e che, eventualmente, cambi idea in corso se è cosa buona e giusta farlo.

ALTERNATIVA AFFIDABILE - Ciò che pare certo, comunque, è che ora il tecnico rossonero possa guardare alla panchina con più (relativa) tranquillità: in caso di forfait di Calabria e di idee tattiche diverse per Florenzi, c'è un affidabile Kalulu da mandare in campo. Sicuramente la strada da percorrere per essere un giocatore del livello a cui aspirano i rossoneri è tanta; ieri Kalulu è sì entrato con personalità e ha messo in campo una buona prestazione, ma ci sono state situazioni in cui si poteva scegliere un altro tipo di giocata - magari migliore - invece che crossare in mezzo per una punta vera che, di fatto, non c'era. Tutto ciò, però, si impara con l'esperienza e vedendo più spesso il campo... e Kalulu - ci scommettiamo - avrà tante possibilità per migliorare ancora.