Tuttosport - Milan, è il giorno dei confronti: prima quello Galliani-squadra a Milanello, poi l’ad andrà ad Arcore da Berlusconi. E Inzaghi…

19.01.2015 10:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Tuttosport - Milan, è il giorno dei confronti: prima quello Galliani-squadra a Milanello, poi l’ad andrà ad Arcore da Berlusconi. E Inzaghi…

La sconfitta contro l’Atalanta ha aperto al crisi del Milan e il primo a finire sul banco degli imputati è come sempre l’allenatore: le prossime due gare contro la Lazio saranno decisive per il futuro di Filippo Inzaghi, che nei prossimi giorni avrà il difficile compito di risolvere i tanti problemi che ci sono all’interno della squadra. La società è molto delusa per le ultime prestazioni dei rossoneri e la prima decisione che è stata presa dopo il ko di ieri è stata quella di cancellare il giorno di riposo previsto per oggi.

DUE VERTICI - Il Milan si ritroverà alle 10 a Milanello, dove sarà presente anche Adriano Galliani: come riferisce Tuttosport, l’ad milanista avrà un confronto con Inzaghi, staff tecnico e tutta la squadra per analizzare il difficile momento e far capire a tutti la gravità della situazione. Successivamente, Galliani è invece atteso ad Arcore da Silvio Berlusconi e dalla figlia Barbara, ai quali dovrà spiegare i motivi della crisi. Due vertici molto importanti, dai quali il club di via Aldo Rossi si augura di poter trovare le soluzioni per uscire da questo momento difficile.

PROBLEMA STAFF - Tra i vari problemi da risolvere, sempre secondo Tuttosport, c’è anche quello che riguarda lo staff tecnico di Inzaghi: non tutti i collaboratori di SuperPippo, infatti, hanno idee comuni in quanto alcuni di loro credono che l’analisi dell’avversario e l’adeguamento del Milan alle caratteristiche dei rivali debba avere un ruolo primario e fondamentale nella preparazione delle gare, mentre altri sono convinti che i rossoneri dovrebbero cercare di imporre sempre il proprio gioco. Da quello che fa trapelare il club, la posizione di Inzaghi è sempre salda, mentre nel breve potrebbero esserci degli avvicendamenti nello staff tecnico. Quel che è certo è che c’è poco tempo per risolvere i problemi perché sabato si torna in campo contro la Lazio e il Milan deve dare subito segnali di ripresa.