Tuttosport - Parla l'ex preparatore di Vasquez: "Ha prospettive brillanti: perfetto per l'Italia"

07.01.2023 10:00 di Francesco Finulli   vedi letture
Tuttosport - Parla l'ex preparatore di Vasquez: "Ha prospettive brillanti: perfetto per l'Italia"
MilanNews.it

Il primo gennaio il Milan ha spiazzato tutti e ha fatto sbarcare a Milano un nuovo portiere di prospettiva, il 24enne colombiano Devis Vasquez arrivato dalla squadra paraguaiana del Club Guaranì. Oggetto misterioso ai più, oggi Tuttosport ha proposto un'intervista ad Augusto Ayala che fino a pochi giorni fa era il preparatore dei portieri di Vasquez in Paraguay.

Disvelamento

Con le sue dichiarazioni rilasciate a Tuttosport, Ayala dà qualche informazione in più sul nuovo estremo difensore rossonero: informazioni autorevoli dal momento che ci ha lavorato a stretto contatto fino a pochi giorni fa. Il preparatore è sicuro: "Si tratta di un ragazzo con prospettive brillanti. Un portiere perfetto per lo stile di gioco del campionato italiano". Vasquez, per stessa ammissione di Ayala, non giocava in una squadra particolarmente quotata, almeno nell'ultima stagione, ma ha saputo comunque distinguersi: "Ha avuto molta continuità. Dal punto di vista personale è maturato molto. Era partito dalle riserve e poi si è imposto con merito in prima squadra". Ci si chiede allora in cosa sia migliorato così tanto nelle ultime stagioni Vasquez per riuscire a imporsi come titolare del Guaranì: "Il nostro stile di gioco prevede che il portiere sia un giocatore di movimento in più, sappia utilizzare i piedi, abbia capacità tecniche di controllo e passaggio della palla. È reattivo, rapido, elastico, determinato, molto forte tra i pali".

Margini di crescita

Nonostante fosse sconosciuto ai più, per il suo ormai ex preparatore al Club Guaranì, Devis Vasquez è un prospetto dal futuro roseo e sicuro. Alla domanda su dove pensa che il portiere colombiano possa arrivare, Ayala risponde: "Lontanissimo. Dipende dalla sua ambizione e da quel che sarà". Questo non esclude ovviamente un periodo di normale ambientamento in un nuovo mondo: "Ci sono passato anche io quando mi sono trasferito in Europa, avrà bisogno di un normale periodo di adattamento. Poi però potrà fare benissimo, scalando le gerarchie del nuovo club". L'obiettivo, secondo Ayala, è quello più grosso ed è possibile: "Può diventare uno dei migliori portieri del mondo? Assolutamente sì". Il preparatore si è poi augurato che il club rossonero non lo giri in prestito ma lo faccia crescere fin da subito all'interno della propria rosa: "Meglio resti al Milan e non si muova. Potrebbe conoscere immediatamente il club e tutto quello che implica fare parte di una società europea così poderosa". Come ultima battuta, Ayala si è lanciato anche in un paragone: "Per restare in Italia, lo assocerei a Mattia Perin. Mi sembra abbiano un fisico simile anche se Devis è un po' più possente e più alto, dato che super il metro e novanta".