ESCLUSIVA MN - Carmignani: "Infortunio Biglia? Brutto colpo per il Milan. Partita coraggiosa e di sofferenza dei rossoneri contro il Betis"

09.11.2018 21:30 di Fabio Anelli Twitter:   articolo letto 23021 volte
Fonte: Intervista di Fabio Anelli
© foto di Daniele Mascolo/Photoviews
ESCLUSIVA MN - Carmignani: "Infortunio Biglia? Brutto colpo per il Milan. Partita coraggiosa e di sofferenza dei rossoneri contro il Betis"

La redazione di MilanNews.it ha intervistato in esclusiva Pietro Carmignani per commentare la sfida di Europa League pareggiata contro il Real Betis e il momento del Milan, funestato da diversi infortuni, fino alla prossima sfida contro la Juventus.

Come giudica la prestazione del Milan ieri sera contro il Betis? Il Milan ha giocato una partita coraggiosa, ha lottato. Il Betis gli è stato superiore nel primo tempo, creando anche più occasioni. Quindi, in questo momento, quello che conta è aver portato a casa il risultato. Altre volte, il Milan ha giocato un calcio migliore, dominando anche la partita, senza riuscire a portare a casa il risultato. Questa volta, invece, ha sofferto ma il calcio è fatto anche di sofferenza e va bene così”

Fatta eccezione per alcuni errori, Bakayoko è apparso ancora in crescita. Cosa ne pensa? “Mi meravigliavo delle prestazioni precedenti. Sapevo che il giocatore poteva fare molto di più, questa sua crescita è in linea con le aspettative che la società nutriva su di lui quando lo ha preso. È un giocatore valido che può dare un grandissimo contributo”

Tra i molti infortunati, spicca il nome di Biglia, il cui recuperò sarà molto lungo. Quanto perde il Milan? E’ una brutta notizia. Biglia è un giocatore che ha geometrie, è un giocatore che sa distribuire il gioco ma ci sono questi infortuni. Dispiace moltissimo, dobbiamo aspettare che ritorni”

Si pone ora il problema del suo sostituto, continuare con la coppia Bakayoko-Kessie oppure una chance a Montolivo: “Queste cose le sa molto meglio l’allenatore che vive tutti i giorni, tutti i minuti, tutti gli allenamenti. Io credo che questo sia un ruolo che Montolivo faceva ma il fatto che ora sia ai margini della squadra può influire. Non so come mai si sia trovato in questa situazione, ma può anche darsi che ora Gattuso lo riprenda in considerazione. Altrimenti, proverà a far giocare ancora Bakayoko. Non vedo altre possibilità in questo momento. Poi, certo, ci si può sempre adattare e giocare in modo tale che il centrocampista centrale sia un interditore o un distributore di gioco, dipende da chi ha al fianco”

Il Milan sta vivendo un momento positivo sotto l’aspetto dei risultati, quali possono essere i suoi obiettivi in campionato? “Innanzitutto bisogna vedere come recuperano gli infortunati, perché ci sono fuori giocatori di grande spessore che possono dare un contributo notevole alla squadra. Io credo, però, che il Milan possa fare la gara dietro alla Juventus, al Napoli e all’Inter. È una squadra che può lottare sicuramente e aspirare alla Champions League”

In conclusione, che cosa si aspetta dalla sfida di domenica tra Milan e Juventus: “Direi che la Juventus è una squadra che già di suo dà il massimo della carica. Mi aspetto, quindi, una grande prestazione. Il risultato, poi, sarà legato a tanti fattori. Tuttavia, sicuramente, il Milan può fare una bella prestazione”.