ESCLUSIVA MN - Collovati: "Serve coerenza su Montolivo, sto con Rino. Esonero di Gattuso sarebbe errore grave. Su Higuain..."

25.12.2018 17:30 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA MN - Collovati: "Serve coerenza su Montolivo, sto con Rino. Esonero di Gattuso sarebbe errore grave. Su Higuain..."

La redazione di MilanNews.it ha contattato Fulvio Collovati. Con l'ex difensore rossonero abbiamo parlato della situazione in casa Milan, con le spinose questioni relative a Montolivo ed Higuain che tengono banco, in attesa che le prossime partite stabiliscano quale sia il futuro della panchina del Diavolo.

Come ha visto il Milan contro la Fiorentina?
"E' una partita che sarebbe potuta finire 0-0 se non ci fosse stata la prodezza di Chiesa. Il Milan, al di là delle assenze a centrocampo, non ha funzionato in attacco. Ho paura che ci sia un caso Higuain. Al di là del nervosismo si vede che è un po' fuori dagli schemi".

Cosa ne pensa della questione Montolivo, a cui viene preferito anche Calabria?
"Dalla parte di Gattuso. Stiamo parlando di un giocatore che non gioca regolarmente da due anni. Prima veniva criticato continuamente, ora è un giocatore che improvvisamente tutti vogliono. Ci vuole coerenza e obiettività. Gattuso sa perfettamente i meccanismi della sua squadra, conosce meglio di chiunque i propri giocatori. E sul discorso di Calabria, è vero che il gol arriva dopo che Chiesa ha saltato il numero 2 rossonero. Però è altrettanto giusto dire che un difensore non deve farsi saltare lì, ancor più di un centrocampista".

Ha parlato prima di una sorta di insofferenza di Higuain: cosa sta succedendo al Pipita?
"Il Milan ha un modo di giocare che non lo facilita, basti vedere come gioca Suso. Higuain ha bisogno di essere servito subito palla a terra, invece lo spagnolo spesso fa finte e controfinte".

La panchina di Gattuso è tornata a traballare: lei cosa farebbe nei panni della società rossonera?
"Sarebbe un grosso errore addossare le responsabilità a Gattuso per una squadra che è quinta e può giocarsi tranquillamente il quarto posto. Queste soluzioni affrettate, secondo me, sarebbe un grosso errore. Rino è da apprezzare, perchè non cerca alibi. E' un uomo vero e va trattato come tale".