ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Tomori va riscattato. Sì al rinnovo di Ibra, Gigio non andrà via a zero"

24.03.2021 16:30 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Tomori va riscattato. Sì al rinnovo di Ibra, Gigio non andrà via a zero"

Per commentare il momento del Milan, la redazione di Milannews.it ha intervistato in esclusiva Mario Ielpo, ex portiere rossonero, il quale ha parlato degli obiettivi del Diavolo in questo finale di stagione, dei rinnovi di Gigio Donnarumma e di Ibrahimovic e del rendimento di Tomori. Ecco le sue parole: 

Sig. Ielpo, il Milan può sognare ancora lo scudetto o deve concentrarsi più che altro a difendere il posto in Champions?
"La strada da percorrere è la stessa, il Milan deve comunque giocare sempre per vincere. Per me le chance di vincere lo scudetto sono vicine allo zero, ma i rossoneri devono scendere sempre in campo con l'obiettivo di vincere la partita". 

In casa rossonera continua a tenere banco la questione del rinnovo di Gigio Donnarumma. Secondo lei come andrà a finire questa vicenda?
"Mi sembra chiaro che ci siano delle difficoltà. Non credo che andrò via a parametro zero, probabilmente si troverà una soluzione ponte per permettere al Milan di cederlo più avanti e ricavarci qualcosa". 

In caso di addio di Donnarumma, su chi punterebbe per la porta del Milan?
"Tra i nomi che ho sentito, Musso dell'Udinese e Gollini dell'Atalanta sono due ipotesi interessanti. Sono entrambi due ottimi portieri". 

L'ha sorpresa l'impatto di Tomori?
"Non lo conoscevo bene, quindi devo ammettere che mi ha sorpreso positivamente per le sue qualità. Ovviamente dovrà imparare i segreti del mestiere e imparare anche a giocare e coordinarsi con gli altri difensori". 

Lo riscatterebbe quindi in estate dal Chelsea?
"Certo che lo riscatterei. Poi non so se il Milan vorrà investire quei 28 milioni di euro per prenderlo a titolo definitivo, ma va detto che se i rossoneri non riscatto Tomori dovranno prendere un altro difensore centrale. Magari si spende qualche milione in meno, ma poi non sai come renderà il nuovo giocatore. I calciatori non sono macchine, sono delle persone e ogni volta che li sposti non sai cosa può succedere". 

L'ultima domanda è su Ibrahimovic: lei gli rinnoverebbe il contratto di un altro anno?
"Assolutamente sì. Magari inserendo nel contratto qualche clausola legate alle presenze perchè non può giocare tutte le partite. Non credo si possano avere dubbi su Ibra, atleticamente è ancora all'altezza per fare il centravanti. Bisogna solo sperare che non abbia infortuni".