ESCLUSIVA MN - Tiago Dias, mi manda Rui Costa. L'avvocato: "Subito sì al Milan, esterno di grande talento, ve lo racconto"

25.08.2017 15:00 di Redazione MilanNews Twitter:   articolo letto 73180 volte
Fonte: Intervista di Antonio Vitiello
ESCLUSIVA MN - Tiago Dias, mi manda Rui Costa. L'avvocato: "Subito sì al Milan, esterno di grande talento, ve lo racconto"

L'avvocato Marco Correia, che ha curato il passaggio di Tiago Dias dal Benfica al Milan, è stato intervistato in esclusiva da MilanNews.it per parlare del giovane talento portoghese classe '98.

Sul trasferimento in rossonero: "Il Milan è una delle società più gloriose al mondo. Il ragazzo non è contento, di più. E' nato tutto in maniera inaspettata, aveva ancora un anno di contratto col Benfica. I portoghesi hanno proposto un rinnovo per cinque anni a cifre che non ci sembravano congrue al valore di Tiago. Abbiamo mantenuto la nostra posizione, sono arrivate delle proposte, quando abbiamo trovato quella che soddisfaceva sia il Benfica che il giocatore l'abbiamo colta".

Sul ruolo di Rui Costa: "Quando lui ha firmato il trasferimento al Milan, Rui Costa gli ha detto che sarebbe andato in una squadra importante, di tenere alto l'onore del Benfica. Hanno anche fatto una foto insieme prima che Tiago partisse. E' stato il suo padrino in questo suo percorso".

Sulle caratteristiche tecniche: "Lui è un'ala, un esterno alto, mancino. Ha grandissima fantasia, salta l'uomo, si inserisce in area quando gioca a sinistra. Quando gioca a destra rientra e tira in porta. Queste sono le sue caratteristiche tecniche. E' molto tecnico, veloce, fa la differenza".

Sul progetto tecnico al Milan: "E' stato preso come fuori quota in Primavera per provare a fare la differenza. E' un giocatore in ottica prima squadra ma giocherà in Primavera, in quanto la formazione di Gattuso non è attrezzata come altre squadre. C'era bisogno di colmare il gap con un giocatore di prospettiva che potesse fare la differenza subito ed alzare il livello della Primavera".

Sulla storia del ragazzo: "Lui nasce nel settore giovanile dello Sporting Lisbona, dallo Sporting passa al Benfica, dove firma il suo primo contratto da professionista. Ha firmato un triennale col Benfica e poi, ad un anno dalla scadenza, ha ricevuto una proposta di prolungamento quinquennale e lui non ha rinnovato ed è venuto al Milan. Il Benfica puntava sul ragazzo, non ha voluto privarsene facilmente. E' stato firmato un accordo in cui il Milan ha il 100% dei diritti economici, però dovrà versare al Benfica il 40% di un'eventuale futura rivendita".

Sulla scelta del Milan e su Gattuso: "All'estero il Milan è considerata la squadra italiana con maggior prestigio, è la squadra più temuta a livello internazionale. Ha un fascino enorme. C'è un legame molto forte con Rui Costa, oltretutto c'è uno storico tra Benfica e Milan che hanno giocato due finali di Coppa dei Campioni. Con Gennaro Gattuso il feeling è partito subito dai primi allenamenti".

Di Antonio Vitiello