ESCLUSIVA MN - Verso Atalanta-Milan, Canavesi: "Un solo dubbio per Gasperini. Rossoneri consapevoli dei propri mezzi"

21.08.2022 11:00 di Gianluigi Torre Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Verso Atalanta-Milan, Canavesi: "Un solo dubbio per Gasperini. Rossoneri consapevoli dei propri mezzi"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

In vista della gara di questa sera tra Atalanta e Milan, la redazione di MilanNews ha contatto in esclusiva Carlo Canavesi, firma dell'Eco di Bergamo. Con lui abbiamo fatto un focus sul match. Queste le sue parole:

Partiamo dalla formazione: quale undici ha provato Gasperini in vista della partita di domani?
"È sempre difficile scoprire in anticipo quale sarà la formazione dell’Atalanta, ma in questo caso i dubbi sono pochi: si va verso la conferma della squadra che ha vinto contro la Sampdoria, vista l’assenza di Ederson e la condizione non ancora ottimale di Demiral. Quindi Toloi, Okoli e Djimsiti in difesa, Hateboer e Maehle sulle fasce, de Roon e Koopmeiners a centrocampo, con Pasalic sulla trequarti. Resta aperto il ballottaggio in attacco, tra Muriel e Lookman, per giocare in coppia con Duvan Zapata"

Chi non sarà a disposizione contro il Milan?
“Ederson è ancora alle prese con un problema muscolare, sarà valutato giorno per giorno, ma dovrebbe rientrare settimana prossima. Stesso discorso per Zappacosta, che si è infortunato prima del ritiro. Mancherà poi Palomino, tra i migliori della scorsa stagione, sospeso dall’antidoping in attesa del procedimento”.

Quali saranno i duelli decisivi per le sorti del match?
“Nella partita giocata a San Siro il maggio scorso sono stati Leao e Theo Hernandez a fare la differenza, la sfida con Hateboer e Toloi sarà centrale anche questa volta. Da tener d’occhio il confronto tra Tonali e Koopmeiners a centrocampo e lo scontro fisico tra Tomori e Zapata”. 

Poi un commento sul Milan: come lo vedi e che gara ti aspetti dai ragazzi di Pioli?
“Mi aspetto un Milan consapevole dei propri mezzi, un Milan che vuole imporre il proprio ritmo e fare la partita. Può riuscirci perché è squadra che raramente cade in distrazioni ed è brava a colpire nel momento in cui l’avversario commette un errore, che sia tecnico o di posizionamento. Lo ha fatto bene nelle ultime partite contro l’Atalanta e ha le carte in regola per ripetersi”.

Di Gianluigi Torre