ESCLUSIVA MN - Zoratto: “Pobega può diventare determinante. Calabria? Sacchi ne intuì le potenzialità…”

15.06.2022 14:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Zoratto: “Pobega può diventare determinante. Calabria? Sacchi ne intuì le potenzialità…”
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Daniele Zoratto, ex centrocampista del Parma e attuale membro dello staff tecnico delle Nazionali italiane giovanili, ha risposto ai microfoni di MilanNews.it per parlare dell’attualità rossonera e di alcune potenziali operazioni di mercato.

Zoratto, partiamo da un calciatore che lei conosce molto bene come Davide Calabria. Potrebbe acquisire a pieno titolo la fascia di capitano del Milan

“Parliamo di un ragazzo eccezionale, perfetto sotto il profilo morale che non ha mai creato problemi al gruppo. Un professionista esemplare. La cosa che più mi ha colpito, dopo anni, è che non ha mai anteposto sé stesso al gruppo”.

In quali aspetti è cresciuto negli ultimi anni?

“L’ho avuto in Under17 quando, nel 2013, fu vicecampione d’Europa dopo la finale persa ai rigori con la Russia. La crescita è avvenuta sotto tanti punti di vista. Sicuramente in termini tecnico-tattici, di personalità, di esperienza ha fatto un salto avanti considerevole. Il primo ad aver creduto in lui è stato Arrigo Sacchi che ne ha intravisto le potenzialità da esterno basso. Prima giocava molto più avanti. Nel tempo si è confermato e si è fatto uomo in mezzo al campo. Arrigo difficilmente sbaglia. Se Calabria dovesse diventare il capitano del Milan sarebbe un traguardo meritato”

Sandro Tonali invece è esploso tardi…

“E’ uno di quegli elementi, come Federico Chiesa, che definiamo tardivi. Considerate che di trafila non ne hanno fatta tanta ma sono esplosi in queste ultime stagioni. Al momento Tonali è tra i più forti nel suo ruolo nel panorama nazionale”.

Il Milan sta cercando di pescare all’estero ma se invece fosse Pobega l’uomo in più a centrocampo per la prossima stagione?

“Pobega è un centrocampista interessante, bifasico con grande attitudine al gol. Ha maturato la giusta esperienza ma andare al Milan e giocare la Champions League è un esame difficile. Se lo supererà, con le qualità di cui è in possesso, potrebbe rivelarsi determinante ed essere utile alla causa”.

Uno come Scamacca potrebbe diventare il centravanti del Milan?

“Attualmente siamo alla presenza di uno dei migliori attaccanti italiani in circolazione. Ha bisogno di confermarsi a livello internazionale. Milan o non Milan puntare su Scamacca potrebbe essere un gran colpo”.

Intervista di Peppe Gallozzi