LIVE MN - Serie A, domani comitato FIGC per playoff, playout e algoritmo. I dati nazionali

03.06.2020 18:05 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
LIVE MN - Serie A, domani comitato FIGC per playoff, playout e algoritmo. I dati nazionali

18.04 - Come ogni giorno la Protezione Civile ha diramato il bollettino nazionale riguardante l'emergenza Coronavirus. Questi i dati odierni, con la differenza rispetto a 24 ore fa tra parentesi:

Attualmente positivi: 39.297 (-596, -1,49%)
Deceduti: 33.601 (+71, +0,2%)
Dimessi/Guariti: 160.938 (+846, +0,5%)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 353 (-55, -13,5%)
Tamponi: 3.999.591 (+37.299)

Totale casi: 233.836 (+321, +0,1%)

17.40 - La Regione Lombardia ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 11.355 tamponi e individuati 237 nuovi positivi al COVID-19.Il numero degli attualmente positivi è 20.224, 31 in meno rispetto a ieri in virtù dei 239 guariti e dei 29 nuovi decessi. Dall'inizio dell'epidemia, in Lombardia sono morte 16.172 persone affette da Coronavirus.

15.03 - E' stato svelato da Sportitalia il documento dell'algoritmo che può decidere la classifica di Serie A, B e C in caso di stop definitivo prima del termine della stagione. Un’assicurazione, come l’ha definito il presidente Gabriele Gravina, perché prevede un modello matematico per ponderare le classifiche nell’impossibilità di concludere regolarmente i campionati.

12.50 - Playoff, playout e algoritmo: saranno alcuni dei più importanti argomenti del giorno della riunione fissata per domattina. Alle 10:30 di domani giovedì 4 giugno, si riunirà il Comitato di Presidenza FIGC di cui fanno parte il presidente Gravina, il vicepresidente vicario Sibilia, Claudio Lotito per la Lega di Serie A, Ghirelli per la Lega Pro, Beretta per le componenti tecniche. Alle 15 invece si riuniscono i club di A femminile per decidere l’eventuale ripartenza. Tornando ai maschi, il passo successivo sarà l'Assemblea di Lega dei club, programmata per venerdì mattina.

12.20 - Il ministro agli Affari regionali, Francesco Boccia, ha commentato così l'apertura delle regioni a partire da mezzanotte di ieri: "Si torna con la mobilità tra le regioni, oggi sembra una conquista, ce l'abbiamo fatta col sacrificio di tutti e torniamo a questa nuova normalità".

11.12 - "La serie A decisa contro i playoff. Federcalcio pronta al dietrofront": titola così questa mattina il Corriere della Sera che spiega che i presidente delle squadre di Serie A sono contrari ai playoff e playout in caso di nuovo stop del campionato e la Federazione, per evitare ulteriori tensioni e problemi in questo momento delicato, sta valutando la possibilità di fare dietrofront.

11.00 - L'edizione odierna di Repubblica titola così questa mattina sulla ripresa imminente della Serie A: "Ricominciamo". Il noto quotidiano analizza il momento delle varie formazioni e sul Milan dice che è un rebus: in casa rossonera, per esempio, la posizione di Pioli è da tempo in bilico, mentre chi segnerà mentre Ibrahimovic non c'è? 

10.22 - Sono ore decisive per il calendario della Coppa Italia, ma non mancano le polemiche tra i club, soprattutto tra Inter e Juventus: come spiega questa mattina il Corriere della Sera, infatti, i nerazzurri hanno chiesto che la semifinale di ritorno con il Napoli fosse messa in calendario prima di Juventus-Milan, ma dal club bianconero e anche da quello rossonero sono arrivati due rifiuti. Con un calendario così fitto, avere un giorno di riposo in più è troppo importante. 

09.58 - Secondo quanto riporta l'edizione odierna del Corriere della Sera, oggi è attesa la risposta del governo in merito alla richiesta di anticipare di un giorno le due semifinali di ritorno di Coppa Italia: Juventus-Milan si potrebbe giocare il 12 giugno, mentre Napoli-Inter il 13. Il Mnistro dello Sport Spadafora ha già dato il suo via libera, ora si attende anche l'ok del Ministro della Salute Speranza. 

09.35 - Nella sezione sportiva de La Stampa oggi in edicola troviamo il titolo: "Figc, frenata su playoff e playout". Il piano B, quello che racconta della novità dei playoff e playout nel calcio, si allontana. I club di A non li vogliono come via d'uscita nel caso in cui il campionato si fermasse di nuovo, ma non definitivamente e, adesso, la Figc sta pensando ad innescare la retromarcia. Così, una volta ricominciata la stagione alle 19,30 di sabato 20 giugno con Torino-Parma, il piano B del presidente Gravina rimarrebbe solo uno: se per colpa di un'eventuale, ed improvvisa, crescita esponenziale dei contagi il calcio fosse costretto ad interrompere il suo, nuovo, cammino, verrebbe adottata la soluzione della classifica «cristallizzata» al momento con l'entrata in scena dell'algoritmo senza assegnazione dello scudetto. Playoff e playout solo se non si riparte.

08.48 - "Riaprite gli stadi". Questo il titolo con cui si apre l'edizione odierna del Corriere dello Sport con le parole del coordinatore dei medici di Serie A, il Dottor Gianni Nanni: "Si va al cinema, giusto tornare a vedere le partite. Se i dati migliorano la quarantana si può alleggerire".

08.24 - La Gazzetta dello Sport oggi in edicola apre con un titolo sulla Coppa Italia: "Acchiappa la Coppa". Tra dieci giorni si riparte con il calcio giocato e tutto prenderà inizio con le semifinali di Coppa Italia: Milan e Juventus ripartiranno da Torino con il punteggio di 1 a 1, mentre Inter e Napoli si sfideranno al San Paolo, con gli azzurri avanti per 1 a 0. I quattro tecnici provano a cambiare le loro formazioni per ripartire subito alla grande, con mister Pioli che dovrà fare a meno di Ibrahimovic.

*****MERCOLEDI' 3 GIUGNO*****

18.00 - Come ogni giorno la Protezione Civile ha diramato il bollettino nazionale riguardante l'emergenza Coronavirus. Questi i dati odierni, con la differenza rispetto a 24 ore fa tra parentesi:

• Attualmente positivi: 39.893
• Deceduti: 33.530 (+55, +0,2%)
• Dimessi/Guariti: 160.092 (+1.737, +1,1%)
• Ricoverati in Terapia Intensiva: 408 (-16, -3,8%)
• Tamponi: 3.962.292 (+52.159)

Totale casi: 233.515 (+318, +0,1%)

17.30 - Questi i dati dell'emergenza Coronavirus in Lombardia delle ultime ventiquattro ore:

Attualmente positivi: 20.255 (-606)

Tamponi effettuati: 766.122 (+8.676)

Totale positivi: 89.205 (+187)

Decessi: 16.143 (+12)

Terapia Intensiva: 166 (-1)

Ricoverati non in terapia intensiva: 3.021 (-64)

Guariti: 52.807 (+761)

14.50 - Il Professor Enrico Castellacci, Presidente dell'associazione medici calcistici, ha parlato a Il Corriere dello Sport in una lunga intervista. "Adesso metà quarantena, va ridotta da 14 a 7 giorni o il campionato non finirà. Si può fare, altrimenti perché tutti avrebbero scelto di ripartire? Fermarsi di nuovo sarebbe tragico. E' giusto rilanciare la Serie A, vedo più problemi per le altre leghe".

13.36 - Il quotidiano La Stampa dedica al suo interno, a pagina 34, uno spazio alla Serie A con il titolo seguente: "Il governo non chiude agli stadi riaperti: 'Dipende dai dati sui contagi. Valuteremo'". Ipotesi dal 10 al 25 per cento di spettatori. Il presidente Figc Gravina: "Me lo auguro. Impensabile che in uno stadio da 60.000 posti non possa esserci spazio per nessuno". Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute chiarisce: "Sono i dati a decidere. Ma non c'è alcuna preclusione...".

12.34 - Le parole di Gabriele Gravina, numero uno della FIGC, sul prossimo campionato, ("può partire il 12 settembre ma anche un po' più tardi. In caso di impedimento oggettivo l'articolo 218 del Decreto Rilancio consente alla FIGC deroghe all'ordinamento sportivo per riorganizzare la stagione", ndr) lasciano aperta la strada per il Piano B. Secondo Repubblica, se la stagione 2020-2021 dovesse cominciare ad ottobre, potrebbe essere una regular season con 2 gironi da 10 squadre e 18 partite ciascuna. Poi play-off e play-out.

11.49 - Retroscena sui veleni in Lega Calcio sulle colonne di Repubblica, che racconta di presidenti contro manager, grandi contro piccoli, ripresa contro stop. Tutti contro tutti, "una jungla", dice un veterano. In gioco c'è una poltrona in Consiglio: adesso Lotito, presidente della Lazio, vuole Setti, numero uno del Verona, in Consiglio di Lega al posto dell'ad dell'Inter Antonello, squadra già rappresentata da Marotta. Le big invece tifano per De Laurentiis, presidente del Napoli.

10.36 - "Bello di notte", titola il Corriere della Sera in merito al nuovo calendario del campionato italiano. "La calda estate della Serie A - scrive il noto quotidiano - la tendenza delle gare in notturna: il 20-21 giugno i recuperi, date incerte sul via della Coppa Italia. In pratica si gioca quasi tutti i giorni: Juventus-Lazio match scudetto il 20 luglio. Stadi chiusi, ma si sognano gli spettatori".

09.47 - Anche il quotidiano La Stampa si sofferma in prima pagina sulla ripresa del campionato di Serie A con il seguente titolo: "Si riparte da Toro-Parma. Il 20 luglio big match Juve-Lazio". Solo 8 sfide di pomeriggio - si legge all'interno - e solo 6 giorni senza gare. Il duello tra bianconeri e biancocelesti il 20 luglio, il campionato ripartirà dalla sfida tra i granata e il Parma. Le ultime tre giornate verranno definite più avanti.

09.35 - "Uno scudetto in 43 notti: c'è il calendario della A. Juve-Lazio il 20 luglio". Questo il titolo che il quotidiano Il Messaggero in edicola questa mattina dedica al campionato italiano nel taglio alto della sua prima pagina. C'è il programma fino alla 35esima giornata: si comincia il 20 giugno con Toro-Parma, quattro giorni dopo Atalanta-Lazio e Roma-Samp alle 21:45.

09.23 - Anche il quotidiano La Repubblica si sofferma in prima pagina sulla ripresa del campionato. "Torna la Serie A, due mesi di notti magiche", titola il noto giornale citando il celebre tema musicale di Italia '90. È dai tempi di quel Mondiale, infatti, che nel nostro Paese non si disputavano così tante partite d’estate.

09.11 - L'edizione odierna del quotidiano Il Mattino dedica uno spazio alla Serie A nel taglio basso della prima pagina con il titolo seguente: "L'estate con il campionato. Verona-Napoli il 23 giugno". Stilato il calendario sino alla terzultima giornata. Per quanto riguarda la Coppa Italia, domani - si legge a pagina 16 - la Lega formalizzerà la data di sabato 14 giugno per la semifinale tra la squadra di Gattuso e l'Inter.

08.25 - Anche l’edizione odierna del Corriere dello Sport dedica l’apertura alla ripresa della Serie A. "Notti magiche", titola il noto quotidiano sportivo della Capitale, che poi aggiunge sempre in prima pagina: "Il nuovo calendario: un’estate di calcio e di emozioni trent’anni dopo Italia ‘90. Solo dieci partite alle 17.15 fino al termine della stagione: tutte le altre alle 19.30 e alle 21.45. Mancano le ultime tre giornate: saranno compilate in base alla classifica aggiornata. Coppa, per il 12 serve l’ok di Conte".

08.13 - La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina dedica l’intera prima pagina alla ripresa ufficiale del campionato di calcio, dopo il nuovo calendario stilato ieri. "Vola Italia vola", titola la rosea, che poi aggiunge: "Serie A quasi tutti i giorni col sogno degli stadi aperti. Cairo: "Felice che si giochi, ma niente algoritmi". Che abbuffata! Notti d’estate bollenti: Toro-Parma apre sabato 20, Juve-Lazio il 20 luglio".

*****MARTEDI' 2 GIUGNO*****

19.15 - La Lega Serie A ha diramato la nuova conformazione del campionato di Serie A per chiuderlo entro il mese di agosto. Di seguito riportiamo la copertura televisiva delle gare del Milan, con relativi orari e giorni.

Lunedì 22 giugno, ore 19.30: Lecce-Milan, Sky
Domenica 28 giugno, ore 17.15: Milan-Roma, Dazn
Mercoledì 1 luglio, ore 21.45: Spal-Milan, Sky
Sabato 4 luglio, ore 21.45: Lazio-Milan, Dazn
Martedì 7 luglio, ore 21.45: Milan-Juventus, Dazn
Domenica 12 luglio, ore 21.45: Napoli-Milan, Sky
Mercoledì 15 luglio, ore 19.30: Milan-Parma, Sky
Sabato 18 luglio, ore 21.45: Milan-Bologna, Dazn
Martedì 21 luglio, ore 21.45: Sassuolo-Milan, Sky

19.06 - La Lega Serie A ha comunicato a che orari si disputeranno le sfide della 9ª, 11ª, 13ª, 15ª e 17ª giornata di ritorno:

venerdì ore 21.45 (1 eventuale anticipo)

sabato ore 17.15 (1 anticipo)

sabato ore 19.30 (1 anticipo)

sabato ore 21.45 (1 anticipo)

domenica ore 17.15 (1 anticipo)

domenica ore 19.30 (4 o 5 gare)

domenica ore 21.45 (1 posticipo)

lunedì ore 21.45 (1 eventuale posticipo)

La 19ª giornata di ritorno si disputa domenica 2 agosto 2020, con inizio alle ore 21.45 (10 gare in contemporanea). Tuttavia, in conformità alle previsioni regolamentari interne, le 10 gare potranno essere disputate in blocchi differenti, nel caso in cui non si renda necessaria la contestualità di tutte le gare.

Per quanto riguarda invece gli orari nei turni infrasettimanali:

Il turno infrasettimanale della 8ª giornata di ritorno si disputerà nei seguenti giorni e orari:

lunedì ore 19.30 (2 anticipi)

lunedì ore 21.45 (1 anticipo)

martedì ore 19.30 (2 anticipi)

martedì ore 21.45 (2 anticipi)

mercoledì ore 19.30 (1 anticipo)

I turni infrasettimanali relativi alla 10ª, 12ª, 14ª, 16ª e 18ª giornata di ritorno si  disputeranno nei seguenti giorni e orari:

martedì ore 19.30 (fino a 2 anticipi)

martedì ore 21.45 (fino a 2 anticipi)

mercoledì ore 19.30 (fino a 3 anticipi)

giovedì ore 19.30 (1 posticipo)

giovedì ore 21.45 (1 posticipo)

18.58 - Insieme alla pubblicazione del nuovo calendario, la Lega Serie A ha comunicato la variazione delle date del calendario dall'ottava alla diciannovesima giornata di ritorno.

8 giornata ritorno 24/06/2020 anziché 08/03/2020
9 giornata ritorno 28/06/2020 anziché 15/03/2020
10 giornata ritorno 01/07/2020 anziché 22/03/2020
11 giornata ritorno 05/07/2020 anziché 05/04/2020
12 giornata ritorno 08/07/2020 anziché 11/04/2020
13 giornata ritorno 12/07/2020 anziché 19/04/2020
14 giornata ritorno 15/07/2020 anziché 22/04/2020
15 giornata ritorno 19/07/2020 anziché 26/04/2020
16 giornata ritorno 22/07/2020 anziché 03/05/2020
17 giornata ritorno 26/07/2020 anziché 10/05/2020
18 giornata ritorno 29/07/2020 anziché 17/05/2020
19 giornata ritorno 02/07/2020 anziché 24/05/2020

18.07 - Come ogni giorno la Protezione Civile ha diramato il bollettino nazionale riguardante l'emergenza Coronavirus. Questi i dati odierni, con la differenza rispetto a 24 ore fa tra parentesi:

Attualmente positivi: 41.367 (-708, -1,68%)
Deceduti: 33.475 (+60, +0,2%)
Dimessi/Guariti: 158.355 (+848, +0,5%)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 424 (-11, -2,5%)
Tamponi: 3.910.133 (+31.394)

Totale casi: 233.197 (+178, +0,1%)

17.30 - La Lega Serie A ha annunciato che il calendario è atteso in serata.

15.55 - Il vicepresidente dell'Associazione Italiana Calciatori, Umberto Calcagno, ha parlato a La politica nel pallone in merito alla ripresa del campionato: "Siamo contenti che le nostre proposte sugli orari siano state costruttive. È importante sia tutelare la salute degli atleti in un calendario compresso sia cercare di garantire lo spettacolo”.

15.52 - Il sottosegretario del ministero della Salute Sandra Zampa è intervenuta sulla possibilità di riaprire gli stadi ai tifosi: "Non c'è mai stata alcuna preclusione - ha spiegato a Radio Punto Nuovo - quindi aspettiamo i dati e vediamo se la gente potrà tornare negli stadi con norme di sicurezza assolute. Lasciamo un velo di speranza per la riapertura degli stadi, mi farò portavoce di questo quesito". Lo riporta sport.sky.it.

14.31 - Queste le parole di Gabriele Gravina, presidente della FIGC, a "Tutti Convocati" su Radio 24: "Il calcio non ha mai chiesto scorciatoie o sconti. Oggi esistono delle norme chiare, che consentono di poter continuare l'attività, isolando un atleta o un professionista dello staff, continuando gli allenamenti. Sappiamo che è prevista questa norma, l'auspicio è che a breve, una settimana prima dell'inizio dei tornei, quindi della Coppa Italia, si possa rivalutare: manderemo una nuova proposta, nella speranza che questa norma venga rivisitata. Oggi, teoricamente, ma probabilmente anche in pratica, crea grande ansia e preoccupazione. Algoritmo? Mi dispiace che questa parola abbia dato l'idea di una sorta di pozione magica, che potesse stravolgere il merito sportivo. Invece, è semplicemente un procedimento sistematico di calcolo: è un metodo per arrivare a un prodotto che si chiama ponderazione delle classifiche. Mi fa sorridere come nel nostro Paese ci piaccia avvitarci su espressioni che sono semplicemente votate a trovare equilibri e dare certezze. Io questo termine lo usata già diverso tempo fa, poi stranamente è stato ripreso dagli inglesi come ponderazione per le gare: lì funziona, da noi algoritmo applicato alla ponderazione fa preoccupare. In realtà, non è altro che un modo per far sì che, prima che ripartano i campionati, e applicando comunque criteri minimi quali aver svolto 3-4 partite per conoscere lo stato di fatto di quando si interviene, tutti siano alle stesse condizioni. Io non so se tra 3 o 4 giornate di campionato tutti avranno disputato le stesse gare: cosa vogliamo fare, cristallizzare la classifica e non tenere conto che qualcuno ha giocato meno ed è penalizzato? Io chiedo questo a chi si stupisce e grida allo scandalo per l'algoritmo. È un modo per mettere a disposizione del calcio uno strumento che ci metta tutti alle stesse condizioni. Gli inglesi lo stanno facendo: non è una media secca, ma tiene conto di tanti correttivi, quali partite in casa, fuori casa, gare da giocare, gol fatti e subiti, che diano un principio di equità a una classifica che deve essere ponderata se ponderazione è richiesta. È una sorta di assicurazione sullo svolgimento del campionato, perché io sono convinto che, se tutti noi continueremo ad applicare le regole, dando anche una testimonianza civile e morale, che comunque spero ciascuno di noi abbia in sé, si dovrebbe arrivare alla fine senza ulteriori sussulti. Tifosi allo stadio? È un auspicio, me lo auguro di cuore. Sto seguendo l'andamento della disponibilità all'interno dei teatri e delle arene per le manifestazioni culturali. È impensabile che, con tutte le precauzioni, in uno stadio da 60 o 80 mila posti, non ci possa essere una percentuale minima di persone. Mi auguro che anche così arrivi un segnale di speranza per il Paese, che ricompenserebbe tanti appassionati di calcio. Playoff e playout per l'anno prossimo? Non c'è una decisione in questo momento. C'è una bozza di programma stilato dalla Lega di A, mi sembra che il calendario sia tale da permettere lo svolgimento del campionato con partenza dal 12 settembre, ma anche più tardi. Se ci dovessero essere impedimenti oggettivi, come sapete l'art. 218 del DL Rilancio consente alla FIGC di derogare alcune norme dell'ordinamento sportivo e riorganizzare la stagione".

12.01 - Nella giornata di oggi, la Lega Serie A ufficializzerà il calendario del massimo campionato italiano che riprenderà il 19 giugno con i primi due recuperi della 25^ giornata (Torino-Parma e Verona-Cagliari, il giorno successivo si giocheranno invece Atalanta-Sassuolo e Inter-Sampdoria): come riporta il Corriere della Sera, da quel giorno fino al 2 agosto si giocherà tutti i giorni. 

11.48 - Finora si è sempre parlato di ripartenza del campionato a porte chiuse, ma nelle ultime ore si starebbe facendo strada una nuova ipotesi: "Serie A, l'idea: stadi aperti con il 25% dei posti" è il titolo di questa mattina di Repubblica. Figc e Lega chiederanno l’apertura degli impianti ai tifosi al 25% della capienza. 

11.00 - "Dalle partite alle 22 ai cinque cambi. Pur di finire la Serie A è pronta a tutto". Questo il titolo che La Stampa dedica al calcio italiano nel taglio alto della prima pagina questa mattina. Pochissime sfide alle 17:15 per evitare il grande caldo e mai a Lecce e Napoli. In caso di nuovo stop - si legge a pagina 36 - sarà un coefficiente matematico a decidere la classifica finale. Pronti anche gli effetti speciali sugli spalti vuoti.

10.46 - "Il calcio già nella fase 3 con i tifosi negli stadi. Ma c’è chi dice ancora no": titola così l'edizione odierna de Il Giornale che spiega che alcuni club, come Juventus e Sassuolo, spingono per la riapertura parziale degli stadi ai tifosi a luglio. L'ultima parola spetterà ovviamente al Governo. 

10.34 - "L’algoritmo che fa un gol più del Diavolo": titola così questa mattina Repubblica in merito all'algoritmo che verrebbe usato per stilare la classifica della Serie A nel caso in cui si dovesse fermare nuovamente il campionato. Con la graduatoria ponderata da tre fattori, cioè il rendimento in casa e trasferta, il numero di gare giocate e i gol segnati, il Milan sarebbe dietro a Verona e Parma e dunque fuori dall'Europa. 

10.15 - In merito alla ripresa del campionato e al famoso algoritmo in caso di nuovo stop della Serie A, Paolo Scaroni, numero uno del club rossonero, ha dichiarato a Radio Rai 1: "Io sono focalizzato sul piano A, mi auguro che non ci sia bisogno né del piano B né del piano C. Questo dibattito mi interessa poco, sono focalizzato sul piano A. Europa? Spero di arrivare in Europa con la Coppa Italia ma se non dovesse essere lotteremo in campionato".

09.35 - Nella sezione sportiva del Corriere della Sera si parla della ripartenza del calcio italiano. "Ripresa da grandi" scrive il quotidiano a pagina 40. Il punto sullo stato di salute delle sette big tra novità come le cinque sostituzioni e calendari stravolti. Gli effetti della sosta e le nuove date delle coppe potrebbero cambiare le gerarchie.

09.23 - Spazio sulla prima pagina della Gazzetta dello Sport anche alla ripartenza del campionato: "Nasce la Serie A in notturna". Oggi ci sarà la definizione del nuovo calendario fino alla terzultima giornata. Atteso anche l'ok del governo per anticipare la Coppa Italia al 12 giugno. Solo 10 partite su 124 alle 17.15. Oltre metà del campionato alle 21.45. La classifica con l'algoritmo: un coro di no.

08.48 - "Ripartiamo così" è il titolo d'apertura scelto dal Corriere dello Sport in edicola stamani. Coppa Italia e campionato, il calcio ritorna tra 2 settimane. Semifinali di Coppa il 12 e il 13 se dal governo arriva il via libera agli anticipi. La A si rimette in moto il 20 e il 21 con i recuperi della 25ª giornata. Prima gara Torino-Parma. Oggi il nuovo calendario senza gli ultimi 3 turni. Contratti: bozza d'intesa tra FIGC, Lega e sindacati. Piano C: algoritmo sul modello inglese. Senza tifosi, in fumo 90 milioni.