Milan, le 19 statistiche dello scudetto rossonero

24.05.2022 18:20 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Fonte: acmilan.com
Milan, le 19 statistiche dello scudetto rossonero
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

19 NUMERI DELLO SCUDETTO ROSSONERO

La stagione 2021/22 del Milan in cifre, tra record e primati

Una stagione indimenticabile fatta anche di numeri e cifre da record, quella del Milan 2021/22. Primati - sia della storia del Club che della Serie A - o traguardi personali, sono tante le statistiche rilevanti che hanno contraddistinto la stagione che ha riportato i rossoneri sul tetto d'Italia dopo undici anni. Ne abbiamo scelte, non a caso, 19.

IL POSTO NELLA STORIA

1- Nel 2021/22 il Milan ha vinto il 19° Scudetto della sua storia, agganciando al secondo posto dell'albo d'oro l'Inter.

2- A Reggio Emilia i rossoneri sono tornati a vincere un trofeo per la prima volta dal 22 dicembre 2016, 1976 giorni fa: si trattava della Supercoppa Italiana vinta a Doha contro la Juventus.

3- Con 26 anni e 97 giorni d'età media, il Milan 2021/22 è la squadra più giovane a vincere uno Scudetto nell'era dei tre punti a vittoria: battuto il record della Juventus 1997/98.

4- Per conquistare il tricolore il Milan ha ottenuto 86 punti: è il dato più alto per uno Scudetto vinto dai rossoneri nell'era dei tre punti a vittoria (dal 1994/95) ed è secondo solo al 2005/06 (escluse penalità).

I NUMERI DELLA SQUADRA

5- Il Milan ha registrato ben 46 punti in trasferta, frutto di 14 vittorie (le ultime 6 consecutive), 4 pareggi e una sola sconfitta: miglior dato dell'intera Serie A. I rossoneri hanno inoltre raccolto ben 44 punti nel girone di ritorno: si è trattato del quarto girone negli ultimi cinque di Serie A in cui la squadra di Pioli ha conquistato almeno 40 punti.

6- Il Milan è una delle squadre ad aver segnato più gol su punizione diretta (4 come Fiorentina e Salernitana). Inoltre, i rossoneri possono vantare, ex-aequo, la miglior difesa del campionato per gol subiti (31 come il Napoli).

7- Per la quarta volta nella sua storia, il Milan ha vinto uno Scudetto con il suo miglior marcatore che ha chiuso la stagione con meno di 12 gol segnati (Leão e Giroud si sono fermati a 11). I precedenti appartenevano al 1987/88 (Virdis), 1993/94 (Massaro) e 1995/96 (Weah).

8- I rossoneri sono la squadra ad aver collezionato più clean sheet nel corso di questa stagione con 18, davanti al Napoli con 16. Il Milan, inoltre, ha subito soltanto 9 gol nel corso dell'intero girone di ritorno, facendo meglio di 8 reti delle inseguitrici (Inter e Napoli con 17).

FOCUS ALLENATORE

9- A 56 anni e 214 giorni d'età il giorno di Sassuolo-Milan, Stefano Pioli è diventato il terzo allenatore più "anziano" a vincere uno Scudetto con il Milan nella Serie A a girone unico, dopo Lajos Czeizler (57 anni e 255 giorni nel 1950/51) e Nils Liedholm (56 anni e 217 giorni nel 1978/79). Con 26 vittorie stagionali, il Milan di Pioli ha eguagliato il record rossonero di vittorie in uno Scudetto vinto a girone unico, cioé dal 1929/30 (il precedente risale al 1950/51).

FOCUS GIOCATORI

10- Mike Maignan, nominato come Miglior Portiere della Serie A 2021/22, è l'estremo difensore con la più alta percentuale di parate nei cinque maggiori campionati europei in questa stagione (79.4%). Ben 17 dei 18 clean sheet del Milan in Serie A sono arrivati con il portiere francese tra i pali.

11- Nel corso della vittoria per 3-2 sul campo dell'Atalanta, Davide Calabria ha segnato il gol più veloce della Serie A 2021/22 dopo appena 27 secondi. Si è trattato della seconda stagione consecutiva in cui un giocatore del Milan ha realizzato la rete più rapida della stagione (Leão contro il Sassuolo nel 2020/21).

12- Theo Hernández è il difensore che ha partecipato a più reti in questo campionato con 11 (5 gol, 6 assist). Il francese è anche il difensore che ha coperto la distanza maggiore con movimenti palla al piede (6880 metri contando progressioni di almeno 5 metri).

13- Tra i difensori centrali con almeno 30 presenze, Fikayo Tomori è quello la cui squadra, con lui in campo, ha subito meno gol per 90 minuti in campionato (0.66 a partita). Il difensore inglese ha giocato integralmente 13 partite in cui il Milan non ha subito gol: nessun giocatore nel ruolo può vantare un dato così alto in riferimento alla sua squadra.

14- Sandro Tonali è il centrocampista più giovane con almeno cinque gol all'attivo in questa Serie A, e considerando tutti i giocatori soltanto Aaron Hickey del Bologna è più giovane del numero 8 rossonero. Quattro delle cinque reti stagionali di Tonali sono arrivate in trasferta, con il Milan che ha vinto tutte le partite in cui il centrocampista lodigiano ha trovato la via del gol (12 punti conquistati).

15- Dal giorno del suo arrivo al Milan nell'estate 2017, Franck Kessie è stato il giocatore rossonero a collezionare più presenze (223) e gol (37) tra tutte le competizioni. Per la seconda stagione consecutiva, inoltre, il centrocampista ivoriano ha segnato l'ultimo gol ufficiale della stagione del Milan.

16- Rafael Leão, capocannoniere rossonero con 11 gol insieme a Olivier Giroud, è il giocatore che ha portato a buon fine più dribbling in questa Serie A (98). Il portoghese, premiato come MVP della Serie A 2021/22, è anche primo nel torneo per tiri tentati (44) e gol realizzati (6) dopo un movimento palla al piede.

17- Con 35 anni e 234 giorni d'età, Olivier Giroud è il giocatore più anziano a raggiungere la doppia cifra di gol nella sua prima stagione in Serie A. Dopo aver segnato i suoi primi cinque gol in campionato in occasione di partite casalinghe, l'attaccante francese ha realizzato tutte le successive sei reti in trasferta. Il Milan ha vinto tutte le partite in cui Giroud è andato a segno in Serie A, conquistando 24 punti (8 partite).

18- Con la rete realizzata a Venezia il 9 gennaio, Zlatan Ibrahimović - a 40 anni e 98 giorni d'età - è diventato il terzo giocatore più anziano ad andare a segno nella storia della Serie A dopo Alessandro Costacurta (41 anni e 25 giorni) e Silvio Piola (40 anni e 131 giorni).

19- Nel corso di questa stagione l'attaccante svedese ha firmato anche altri tre record: il 31 ottobre a Roma ha segnato il suo 400° gol nei campionati nazionali; il 20 novembre, contro la Fiorentina, è diventato allo stesso tempo il più anziano di sempre a realizzare una marcatura multipla in Serie A e, negli anni 2000, il primo quarantenne a segnare almeno due gol in una partita dei cinque maggiori campionati europei (40 anni e 48 giorni); il 1° dicembre ha eguagliato Silvio Piola come miglior marcatore nella storia della Serie A per reti segnate dopo aver compiuto 38 anni con 31 gol, alzando poi il dato a 33.