Milan, testa al Barça con la minaccia fantasma

01.04.2012 09:20 di Antonio Vitiello   Vedi letture
Fonte: TMW
© foto di www.imagephotoagency.it
Milan, testa al Barça con la minaccia fantasma

Da oggi il Milan può pensare alla partita di ritorno col Barcellona. La sensazione, però, è che la testa fosse, almeno parzialmente, al Camp Nou già nel secondo tempo ieri nella sfida di Catania.

Dopo il primo tempo chiuso in vantaggio grazie ad un Ibra sempre più in versione assist-man, i rossoneri sono stati messi sotto dal volenteroso Catania. Quindici minuti di apnea, nei quali i padroni di casa prima si son visti annullare il gol di Gomez e poi sono giunti al vero pareggio con Spolli. Dopo di che, il Milan si è rigettato in avanti, ma ha dovuto fare i conti con un Carrizo in stato di grazia e ed il gol fantasma di Robinho non convalidato. Una situazione che, a quanto parte, sembra sfavorire in maniera particolare i rossoneri (quella contro la Juve è una ferita ancora troppo recente), ma che sempre più dovrebbe far riflettere circa un aiuto elettronico per i casi simili. Resta da dire che l'intervento sulla linea (o poco oltre) di Marchese è un episodio molto più difficile da cogliere ad occhio nudo rispetto a quello di Buffon su Muntari, ed anche molti replay non hanno dato una certezza.

Ironia della sorte vuole che anche il Barcellona ieri sia stato vittima di un caso simile nella gara di Liga contro l'Athletic Bilbao (intervento disperato di Aurtenetxe sul tocco di Piqué), quasi a non voler essere da meno ai rossoneri. La sfida non è così a distanza come sembra, e martedì le due squadre saranno nuovamente una di fronte all'altra. Sarà sfida vera, dovrà esserlo, e ai fantasmi non ci penserà più nessuno.