Assenze, brutta prova e arbitri: la Champions si complica ma a Bologna... (PODCAST)

20.10.2021 16:00 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Assenze, brutta prova e arbitri: la Champions si complica ma a Bologna... (PODCAST)
MilanNews.it
© foto di Image Sport

La sconfitta di ieri contro il Porto apre un tema di dibattito eloquente: per stare a determinati livelli in campo europeo, non si possono concedere così tanti giocatori. Le assenze non sono un alibi, ma sono un fattore da tenere in grande considerazione soprattutto quando ti ammazzano le rotazioni dei titolari. Nello specifico, il Milan ha “regalato” al Porto gente del calibro di Mike Maignan, Theo Hernandez, Brahim Diaz, Franck Kessie e Ante Rebic ai quali si devono aggiungere Rade Krunic e Tiemoué Bakayoko, non ancora al top della condizione così come non lo è Zlatan Ibrahimovic, che nel post partita ha ammesso di dover ritrovare ritmo e di aver bisogno di minuti.

Il girone di ritorno del Milan sarà tutto da decifrare. Di sicuro i rossoneri dovranno togliere lo zero dalla colonna della classifica e dovranno provare a farlo già durante la gara di ritorno, a San Siro, contro la formazione di Sergio Conceiçao, sperando in due cose: in una squadra al completo e in arbitri che non incidano sul risultato.

Perché anche ieri, la scelta di Brych e del suo Var, ha lasciato molto perplessi sia in presa diretta sia nel post gara. La spinta su Bennacer c’è ed è evidente, ma il metro di giudizio europeo è ancora troppo difforme da quello italiano. Chi ha ragione? Servirebbe uniformità di scelte nell’interpretazione dei contatti, di certo c’è che dopo Cakir, anche Brych ci ha messo la firma.

Nel podcast odierno, tutta l’analisi post partita di Porto-Milan con un occhio già alla partita di sabato contro il Bologna.