Il curioso caso di Flamini: la strategia di Galliani regala un nuovo centrocampista

26.06.2012 10:00 di Matteo Calcagni  articolo letto 22403 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Il curioso caso di Flamini: la strategia di Galliani regala un nuovo centrocampista

Mercoledì scorso, giornata in cui il Milan chiudeva la doppia operazione Acerbi-Constant, scadeva anche il termine ultimo per la "risposta" di Flamini all'offerta rossonera. Il francese, che aveva ricevuto una proposta di rinnovo da più di un mese, non si era fatto vivo, costringendo Galliani a sbattere la porta in maniera decisa: "Per Flamini il tempo è scaduto perché ne è passato troppo e abbiamo comunicato al suo avvocato che non aspettiamo più". Al francese era stato offerto un biennale a 1.8 milioni a stagione (contro i 4.5 percepiti in precedenza). Le dichiarazioni dell'Ammistratore Delegato, che sembravano portare ad una netta chiusura, nascondevano però una strategia ben precisa: mettere alle strette l'ex Arsenal e portarlo ad una rapida decisione. Come volevasi dimostrare la reazione di Mathieu non si fa attendere e in via Turati arriva una telefonata: il ventottenne di Marsiglia, dopo aver tentennato per settimane, ci ha ripensato. Galliani lancia però una contro-proposta, riducendo nuovamente l'ingaggio al roccioso mediano. La nuova (definitiva) scadenza era fissata per la giornata di ieri: si attendeva il sì o il no, anche se le percentuali davano per favorita la seconda ipotesi. Nel tardo pomeriggio è giunta però la clamorosa notizia: Flamini ha accettato il ribasso, accordandosi con il Milan per un anno di contratto a 1.4 milioni di euro. Il mediano transalpino ha perso il primo comodo treno, dovendosi poi accontentare di quanto imposto dalla dirigenza rossonera. In tutto questo il Diavolo guadagna un nuovo centrocampista: "Mad Dog" andrà ad aumentare il numero delle mezz'ali, garantendo variegate opzioni a Massimiliano Allegri. Tra un anno le parti si rivedranno e, a seconda di quello che accadrà, si valuterà un eventuale prolungamento con o senza ritocco dell'ingaggio.