Romagnoli, senatore della difesa con i piedi da playmaker: un dato sorprendente con la Juve

11.07.2020 17:45 di Nicholas Reitano  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Romagnoli, senatore della difesa con i piedi da playmaker: un dato sorprendente con la Juve

Molte squadre, da anni, iniziano le proprie azioni - principalmente dal rinvio dal fondo - con l'impostazione di un centrale di difesa. E il Milan di Stefano Pioli appartiene a questo gruppo ormai sempre più ampio. Il giocatore rossonero di questa scelta tattica è indubbiamente il capitano Alessio Romagnoli, capitano e senatore - da diverse primavere - del Diavolo.

CRESCITA ESPONENZIALE - Nelle ultime stagioni Romagnoli ha fatto grandi passi avanti sia dal punto di vista tecnico e sia dal punto di vista tattico, diventando sempre il perno di tutti gli allenatori che sono passati da via Aldo Rossi. Il minutaggio di questa stagione ne è una conferma. Pioli, infatti, lo ha sempre schierato titolare, regalandogli il primato del campionato: 2790' minuti su 2790' (31 partite, ndr).

DIFENSORE PLAYMAKER - Le azioni del Milan, come detto poc'anzi, iniziano dai suoi piedi. Un dato che può fornire una chiave di lettura completa è quello relativo ai passaggi sbagliati nel match di martedì scorso contro la Juventus: Romagnoli infatti, nonostante abbia commesso un grave errore sul gol di Cristiano Ronaldo, ha completato 52 passaggi su 52. Tradotto: un  difensore con i piedi (ed i numeri) da playmaker.

RINNOVO. Il contratto del capitano rossonero scade nel 2022 ma nei colloqui che il Milan avrà con il suo agente Mino Raiola si comincerà a palare anche del prolungamento. Sono diverse le società straniere che hanno messo gli occhi sul difensore, come il Chelsea, il Manchester e l'Atletico Madrid, ma il Milan non vuole perdere il suo capitano, e si cerca un modo per allungargli la scadenza contrattuale.