Seedorf a DAZN: "Milan ancora in fase di transizione, felice di aver allenato i rossoneri. Gattuso è un leader"

23.05.2019 12:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Pietro Mazzara
Seedorf a DAZN: "Milan ancora in fase di transizione, felice di aver allenato i rossoneri. Gattuso è un leader"

Ai microfoni di DAZN, l'ex rossonero Clarence Seedorf ha parlato così della sua esperienza sulla panchina del Milan e del lavoro di Rino Gattuso: 

Sul suo Milan: "A livello di risultati e di gioco, abbiamo fatto un ottimo lavoro: arrivai che eravamo a 4 punti dalla retrocessione, e terminai a pari punti per stare in Europa, non ce l'abbiamo fatta per un gol di differenza. Però fu la dimostrazione che il club era veramente in grande crisi e tuttora non si sono risolti tutti i problemi. Era forse il momento sbagliato, ma da parte mia, sono stato felicissimo di aver fatto quell’esperienza, di aver potuto dare un contributo in un momento difficile, di aver potuto dare ai tifosi un momento di speranza. Credo abbiano apprezzato il buon gioco, in tante partite, ed una squadra con un’identità chiara. È stata un’esperienza che ha confermato in me che le mie idee, che avevo ben chiare prima, funzionano e quindi mi ha dato molta più forza di continuare come allenatore, con questa filosofia e con questo metodo di lavoro". 

La prossima sfida dei rossoneri la puoi vedere solo su DAZN! - CLICCA QUI: Iscriviti e potrai vedere GRATIS la partita Spal-Milan

Sul lavoro di Gattuso: "Se sento Gattuso? Sì, sono andato a trovarlo un mese fa. Direi che Gattuso ha fatto un ottimo lavoro. La situazione non è facile, diciamo che al Milan c’è ancora una fase di transizione, ma dall’altra parte si vogliono subito i risultati. Rino lo giudico positivamente, perché ha creato un gruppo che ha dimostrato di lottare in ogni gara. Poi si può discutere sulle scelte, ma questo non mi compete dirlo. È troppo facile da fuori dare opinioni su ciò che non si sa. Credo che Gattuso abbia la serietà, la professionalità e la voglia di migliorarsi sicuramente. E' un leader, a livello di spogliatoio non lo vedo bene, ma benissimo. Lui ha avuto anche delle esperienze, prima del Milan, che sono andate diversamente. Ognuno ha il suo percorso, per me è un amico che sta facendo il suo massimo in condizioni non ottimali. Credo stia facendo realmente un buon lavoro".