ESCLUSIVA MN - Ag. Calabria: "Migliora sempre, ecco i due motivi. Mercato? Club interessati, ma ha in testa solo il Milan. Basta criticare Gattuso"

28.01.2019 12:00 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista di Antonio Vitiello
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Ag. Calabria: "Migliora sempre, ecco i due motivi. Mercato? Club interessati, ma ha in testa solo il Milan. Basta criticare Gattuso"

La redazione di MilanNews.it ha intervistato Gianni Vitali, procuratore di Davide Calabria, tra i migliori nella sfida contro il Napoli. Ecco le sue dichiarazioni.

Cosa ne pensa della prestazione di Calabria contro il Napoli? “Una partita estremamente positiva, per me non è una sorpresa. Ritengo che Davide sia in un crescendo continuo, stia facendo ottime cose, è un giocatore di grandissima affidabilità, costanza, rendimento, spinta, personalità. Sta facendo bene, non deve smettere di essere quello che è, un ragazzo con degli obiettivi chiari in testa, grande voglia di lavorare e migliorarsi. Questo è uno dei suoi segreti, ogni anno riesce a migliorarsi costantemente”

Cosa porta questo ragazzo a crescere di anno in anno? “Sono due i fattori che portano un calciatore a crescere in genere, e nel particolare Davide. La prima è una predisposizione mentale a darsi degli obiettivi, a capire i propri limiti e a cercare di migliorare nelle aree in cui serve. La seconda è una grandissima dote che ha ereditato dal papà e dalla famiglia, quella di essere un gran lavoratore. In più, ha la fortuna di essere in un gruppo con uno staff tecnico che ti fa lavorare. In questo Gattuso, che è un allenatore molto umile che mette sempre la squadra davanti, ha meriti perché un giocatore può migliorare solo se è predisposto, se ha voglia di lavorare e se lo fanno lavorare bene”

Parlando della prestazione del Milan contro il Napoli, i rossoneri sono sembrati competitivi: “Il Milan sta crescendo. Anche nei momenti in cui il Milan era in difficoltà, nei miei giudizi ero sempre stato più comprensivo di quella che poteva essere l’opinione pubblica. La rosa rossonera quest’anno ha incontrato difficoltà, diversi infortuni di giocatori importanti, ha avuto poche alternative sugli esterni, la società è riuscita a fare mercato soltanto nelle ultime due settimane di agosto. Le difficoltà sono state tante, sapevo che il Milan sarebbe migliorato con il recupero di giocatori e l’inserimento degli ultimi acquisti. Il Milan può dire la sua per le prime quattro posizioni in maniera molto concreta”

Cosa ne pensa dell’addio di Higuain? “No non me lo aspettavo, non credo se lo potesse aspettare nessuno. Sono cose che capitano, nel mondo del calcio come in quello del lavoro. Io penso però che il Milan abbia bisogno di giocatori che non abbiano già vissuto i loro anni migliori ma di giocatori con un’età giusta, tanta voglia e talento per essere da Milan. Le grandi squadre partono da giocatori di medio livello, se non basso livello, sono tantissimi gli episodi. Icardi è stato preso dalla Sampdoria, non da una squadra di primo livello. Il Milan non deve puntare a giocatori che hanno già dato tanto, anche se sono campioni, ma puntare su giocatori come Paquetà e Piatek che hanno grandissima qualità e possono crescere con la squadra”

Il Milan contro il Napoli è sceso in campo con una formazione molto giovane, l’età media era 23.3 anni.. “Il Milan aveva già dei giovani molto importanti. Oggi parliamo di Donnarumma, Calabria e Cutrone ma hanno già tante partite con il Milan, poi se aggiungiamo Paquetà e Piatek e gli altri giovani, questa squadra può avere un grande futuro. Il problema è che bisogna avere pazienza. Questa società e questo allenatore hanno ereditato uno scontento generale e una diffidenza mediatica che non dipendeva da loro. Ai primi pareggi o alla prima sconfitta ho letto di tutto, dalle discussioni su Gattuso, dai dubbi sui calciatori. Il Milan è da tanti anni che non ottiene certi risultati, quindi l’allenatore e la società devono portare nello zaino un fardello che non aiuta a esprimersi ai massimi livelli. Ma per essere da Milan i giocatori, la società, l’allenatore devono essere in grado di farlo”

Siamo in pieno mercato, per Calabria sono arrivate offerte o interessamenti? “Sono arrivate delle telefonate di interessamento, ma in questo momento Davide è concentrato sul Milan e non abbiamo preso in considerazione nulla pur avendo ricevuto chiamate da squadre molto importante. Davide dimostra sul campo la voglia di stare con questi colori”.

Intervista di Antonio Vitiello