ESCLUSIVA MN - Casotti (Dazn): "Kalulu e Kouassi, da prendere se c’è una chance. Dumfries ottimo nome. Kamara, investimento ok"

15.05.2020 19:55 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Antonio Vitiello e Matteo Calcagni
ESCLUSIVA MN - Casotti (Dazn): "Kalulu e Kouassi, da prendere se c’è una chance. Dumfries ottimo nome. Kamara, investimento ok"

La redazione di MilanNews.it ha contattato Federico Casotti executive producer a DAZN ed esperto di calcio olandese e francese, per una panoramica sui nomi accostati al Milan proprio da questi due campionati.

Dalla Francia si parla di un interesse per Pierre Kalulu. Può essere il giocatore giusto per il Milan?

“Sotto l'aspetto economico è un'operazione che vale la pena fare: il ragazzo non ha firmato alcun contratto professionistico con il Lione quindi verrebbe via a giugno a parametro zero, in più da quanto si legge il fascino del Milan e di Paolo Maldini rappresenta un valore aggiunto per lui non scontato di questi tempi e per questo da cavalcare. Sotto l'aspetto tecnico serve invece secondo me un minimo di cautela: ha giocato finora solo in quarta serie francese con il Lione B, che a mio parere è una categoria più formativa della Primavera italiana, tuttavia il suo impatto con la Serie A dovrà essere graduale e con quel "diritto all'errore" che non sempre ai giovani si concede”. 

Per la fascia destra è stato fatto anche il nome di Dumfries del PSV. Meglio investire su di lui o su Kalulu?

“Uno non esclude l'altro. Kalulu è un investimento per il futuro, Dumfries è un nome per il presente e lo dimostra la concorrenza assai attrezzata soprattutto dalla Premier. L'unico mio dubbio è legato alla sua impostazione tattica: come è tipico dei terzini olandesi, la loro attitudine è più offensiva rispetto alle posizioni tipiche del calcio italiano e non sempre è facile adattarsi. Al Milan in passato ci fu Emanuelson che al di là dei suoi limiti tecnici patì moltissimo questo "shock culturale". Se si entra nell'ordine di idee di lavorare specificamente su questo aspetto, Dumfries rimane comunque un ottimo nome”.

Sarà necessario rimpolpare anche il pacchetto dei centrali con qualche nuovo giocatore. Nelle ultime ore sono usciti i nomi di Tanguy Kouassi del PSG e Boubacar Kamara del Marsiglia. Sarebbero profili idonei al Milan?

“Kouassi ha avuto questo impatto incredibile nel calcio "pro", con la doppietta in Amiens-PSG 4-4, partita in cui però commise anche qualche errore difensivo, inevitabile aggiungo io. Vale a maggior ragione lo stesso discorso di Kalulu: se c'è la possibilità di prenderlo ora a parametro zero, va sfruttata a dovere, perchè è un ragazzo che avrebbe tanto da guadagnare, in quanto difensore centrale, nel completare la propria formazione in Italia. Anche qui però però sarebbe fondamentale avere misura e intelligenza nel non caricarlo di pressioni e aspettative immediate. Kamara è invece un giocatore già con un'esperienza molto più strutturata in prima squadra, lanciato negli anni passati da Rudi Garcia che è un allenatore con un'impostazione molto influenzata dal nostro calcio e anche quest'anno con Villas-Boas ha fatto molto bene. Anche le cifre sono infatti molto diverse perchè l'OM lo venderebbe solo o quasi per monetizzare: chi lo prende fa un investimento a lungo termine”.

Altro nome uscito in Francia è Kurzawa, pensi sia fattibile per il Milan?  

“Da Kurzawa mi aspettavo di più quando venne fuori al Monaco, con il passaggio al PSG secondo me non ha mantenuto pienamente le aspettative, perlomeno non per un ruolo da titolare. Tecnicamente ha senso pensare a lui come riserva di Theo, economicamente non so: un parametro zero dal PSG non è esattamente a buon mercato, anche senza arrivare ai livelli di Rabiot. Quindi mi orienterei su altri profili meno onerosi per l'ingaggio”.