ESCLUSIVA MN - Collovati: "Milan da Champions con Tonali. Vedo un centrocampo a tre"

11.09.2020 15:30 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA MN - Collovati: "Milan da Champions con Tonali. Vedo un centrocampo a tre"

La redazione di MilanNews.it ha contattato Fulvio Collovati per parlare degli argomenti più caldi in casa Milan. Con l'ex difensore rossonero abbiamo discusso della doppia operazione Rebic-Andrè Silva, dell'arrivo di Tonali, degli obiettivi stagionali del Diavolo, della duttilità tattica che avrà a disposizione Pioli e del futuro di Donnarumma.

Ieri sera il Milan ha annunciato la cessione di Andrè Silva all'Eintracht e nelle prossime ore ufficializzerà l'acquisto di Rebic a titolo definitivo: mossa corretta?
"E' un'operazione che conferma che il nuovo corso del Milan continua ad operare con grande logica e concettualità. Andrè Silva ha avuto le proprie chance al Milan e non le ha mai sfruttate, è giusto liberarsi di un giocatore che non fa più parte del progetto tecnico. Contestualmente, poi, i rossoneri hanno confermato Rebic, che ha dimostrato di essere da Milan nella scorsa stagione, soprattutto la seconda parte".

Pochi giorni fa è stato ufficializzato anche l'arrivo di Tonali: basta l'ex Brescia per rendere il Milan una squadra competitiva per la corsa Champions?
"Certo. Mi ha sorpreso che l'Inter non abbia affondato sul giocatore, ma forse ha puntato su giocatori di maggior esperienza. Il progetto Milan per un ragazzo di 20 anni è una scelta sensata. Per il progetto Milan è un grande colpo. I rossoneri con Tonali e il mercato fatto ad oggi nelle prime quattro ci arriva sicuro, secondo me. Ibrahimovic è il numero uno, ma non può giocare 50 partite. Come ciliegina servirebbe un vice-Ibra, una prima punta. Poi, per alzare ulteriormente l'asticella e puntare addirittura alle prime tre, serve ancora qualcosina".

Ovvero?
"Un rinforzo sulla fascia destra e un centrale di difesa. Per arrivare nelle prime tre serve fare un salto di qualità. Serve prendere un difensore di altezza internazionale. Gabbia può essere una scommessa, ma se vuoi arrivare sul podio servono certezze".

Kessie, Bennacer e Tonali: quale sarà la coppia titolare del Milan a centrocampo?
"Rispondo con una domanda: perchè non un centrocampo a tre? Io vedo un centrocampo a tre, poi sarà compito di Pioli decidere come schierare il resto della squadra. Se hai preso Tonali, però, lo hai preso per farlo giocare. Kessie e Bennacer sono stati uno dei punti di forza post lockdown, quindi è difficile levare anche uno di loro due. Non bisogna essere troppo rigidi sui moduli, il Milan può anche alternare i sistemi di gioco nel corso della stagione, anche in base all'avversario. Di partenza non escluderei di far giocare tutti e tre, perchè sono giovani e hanno fame e ciò conta molto nel calcio di oggi".

Dopo aver concluso la lunga telenovela del rinnovo di Ibrahimovic, ora si apre quella per il prolungamento del contratto di Donnarumma: come finirà questa vicenda?
"In un calcio sempre più pazzo, francamente non so dirlo. Dico solo che che se il Milan vuole ritornare a grandi livelli deve ripartire dal numero uno. Purtroppo al giorno d'oggi le regole le dettano calciatori e procuratori, perciò la dirigenza milanista deve fare un sacrificio e lo deve tenere. Non può permettersi di perdere Donnarumma a zero. E' un portiere che ti porta dai 5 ai 10 punti in classifica, in questo momento è il miglior estremo difensore italiano".