ESCLUSIVA MN - Dal Brasile, Casagrande: "Il Milan monitora costantemente Caio Roque. Paqueta? Immaginavo potesse rendere di più"

23.06.2020 14:00 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: intervista di Marco Ramiccia (@marco_ramiccia)
ESCLUSIVA MN - Dal Brasile, Casagrande: "Il Milan monitora costantemente Caio Roque. Paqueta? Immaginavo potesse rendere di più"

Come anticipatovi alcune settimane fa (qui l'articolo), giungono ulteriori conferme sul gradimento degli osservatori rossoneri (Moncada in particolare) per il terzino sinistro del Flamengo Caio Roque.

A tal proposito la redazione di Milannews.it ha contattato Vene Casagrande, giornalista brasiliano di "Jornal o dia", da sempre molto vicino all'ambiente del Flamengo e considerato in Brasile una vera e propria istituzione quando si parla di fatti legati al "Mengao".  Fu lui, ad esempio, il primo in assoluto a parlare del trasferimento di Paquetà al Milan, ma anche ad anticipare il pagamento della clausola da parte del Real per il giovanissimo Vinicius jr., oppure confermare le negoziazioni in corso per Leo Duarte la scorsa estate.

Vene, da quello che risulta alle nostre fonti, il Milan starebbe seguendo da vicino la situazione di Caio Roque,? Quali sono le sue informazioni?

“Da quello che mi risulta, il Milan monitora costantemente la situazione di Caio Roque, che è un giocatore davvero molto promettente, queste sono le informazioni in mio possesso”.

Mentre per Lincoln e Yan?

“Al momento, mi risulta solo Caio”.

Che cosa pensa dei giocatori citati? Quali sono le qualità di questi talenti?

“Caio Roque è un laterale mancino, veramente molto interessante, con caratteristiche molto simili a quelle del primo Marcelo, terzino della nazionale brasiliana e del Real Madrid. Lincoln è un attaccante che fa sentire la sua presenza in area, che ha il fiuto del gol, ma oggi ha poche opportunità con Jorge Jesus. A mio parere ha bisogno di lasciare il Flamengo per riuscire a mettere in campo quello sa con continuità, nell'elenco dei titolari non ci sono posti vacanti e lui non trova spazio. Su Yan che è veramente giovanissimo, vale lo stesso discorso fatto per Caio, è molto promettente. In generale tutti questi talenti possono dare buoni frutti”.

Quali sarebbero secondo lei le cifre giuste per riuscire a strapparli al Flamengo e portarli in Italia?

“Non riesco a calcolare precisamente il valore dei tre giocatori, ma credo che il Flamengo nonostante il Covid non faciliterà al massimo la vendita. Per acquisirli bisognerà investire bene”.

Infine una domanda su Paquetà. Lei che lo conosce fin dall'inizio della sua carriera al Flamengo, cosa pensa del giocatore e della sua situazione attuale?

“Sinceramente immaginavo potesse rendere molto di più di quello che ha reso fino ad ora al Milan. E' un giocatore con qualità rare, caratteristiche che tutti gli allenatori sognerebbero di avere nella propria rosa, io penso che non si è adattato a Milano e nel Milan nel miglior modo possibile. Speriamo che in tempi brevi possa ingranare e mostrare tutto il suo potenziale con la maglia dei rossoneri”.