ESCLUSIVA MN - Pulga: "Sapevo che Tonali sarebbe esploso, sorpreso da Kalulu. Kessie? C’era già sotto qualcosa…"

18.03.2022 14:00 di Redazione MilanNews Twitter:    vedi letture
Fonte: Intervista di Peppe Gallozzi
ESCLUSIVA MN - Pulga: "Sapevo che Tonali sarebbe esploso, sorpreso da Kalulu. Kessie? C’era già sotto qualcosa…"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Mister Ivo Pulga ha risposto in esclusiva ai microfoni di MilanNews.it per parlare dell’attualità rossonera in vista di Cagliari-Milan di sabato sera. Ecco tutte le sue dichiarazioni: 

Mister Pulga, il Milan adesso è padrone del suo destino in ottica Scudetto
“Sì, penso sia questo il vantaggio principale ovvero quello di avere il destino nelle proprie mani. Favorita è ancora presta per definirla, pur avendo un potenziale punto di vantaggio, ma la formazione rossonera ha un qualcosa in più che prima non aveva”

Lei conosce bene l’ambiente Cagliari per averci giocato e allenato per anni. Il Milan può rischiare sabato sera?
“Non sarà di certo facile. Da un lato c’è un Cagliari impegnato nella lotta per la salvezza che dovrà necessariamente vendere cara la propria pelle considerando anche che non è più la squadra del girone d’andata. Dall’altro il Milan ha evidenziato qualche sbavatura anche contro l’Empoli ma dalla sua ha la grande solidità che Pioli ha saputo darle”.

Kalulu la sta sorprendendo per rendimento?
“Sta facendo benissimo. Non lo conoscevo e mi sta sorprendendo”.

Di Tonali invece cosa ne pensa?
“Sandro l’ho avuto a Brescia, ero stracerto che alla distanza sarebbe emerso con tutte le sue qualità. Doveva solo adattarsi al contesto, è sempre stato un giocatore importante”.

Ibrahimovic potrebbe ritrovare una maglia da titolare proprio in Sardegna…
“Ibra ha dato mentalità alla squadra, è sempre una figura importante nello spogliatoio anche se fin qui non è riuscito a giocare con continuità. Adesso vuole tornare ad incidere anche sul campo”.

Kessie, viste anche le ultime voci di mercato, andrà via?
“Quando un giocatore arriva a sei, sette mesi dalla scadenza del contratto e non rinnova vuol dire che già si è accordato con qualcun altro e penso che il Milan fosse al corrente della situazione. Per certi versi ricorda un po’ la storia di Donnarumma che rifiutò, così come Kessiè, cifre importanti e contratti lunghi”.