MN - Raimondi: "Pioli l'uomo giusto per questo Milan. Kessie, rinnovo difficile. Prenderei un esterno"

06.11.2021 19:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Fonte: intervista di Antonio Vitiello
MN - Raimondi: "Pioli l'uomo giusto per questo Milan. Kessie, rinnovo difficile. Prenderei un esterno"
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Claudio Raimondi, corrispondente Milan per SportMediaset, ha rilasciato un'intervista esclusiva ai microfoni di MilanNews.it alla vigilia del derby di Milano tra Milan e Inter. Ecco le sue dichiarazioni:

In cosa ti impressiona di più il lavoro di Pioli?

"L'intuizione è di Maldini; come per Theo, ha cpaito che il profilo di Pioli fosse giusto per un progetto di giovani. Probabilmente Conte, per esempio, non era l'uomo ideale per questo progetto e Pioli è l'uomo giusto al momento giusto per il Milan. Sta diventando, secondo me, un Ferguson e il matrimonio col Milan è destinato a durare un lungo; si parla di un rinnovo a lungo termine, di quattro anni, a dimostrazione che il Milan ha trovato lui l'allenatore ideale per le sue caratteristiche".

D'altronde, perché cambiare se le cose vanno così bene?

"Assolutamente. Quest'anno può essere una stagione che potrebbe essere consacrata da qualcosa di importante. Non ci sono all'orizzonte candidature alternativa, quindi l'idea è di continuità e di 'avanti con Pioli' a prescindere dalla conquista dello Scudetto".

Dove il Milan dovrebbe migliorare la sua rosa?

"Non vedo un vice Saelemaekers. Quando viene a mancare lui ha giocato Florenzi, ma mi aspetto un 7 'alla Saelemakerers', quindi non un colpo clamoroso, ma un profilo utile. Per il resto il Milan è coperto in ogni ruolo. Bisogna capire se c'è un'opportunità di mercato per la situazione Kessie: se il Milan entra nell'ottica di un addio, i rossoneri potrebbero pensare ad un profilo importante già a gennaio che cominci il suo rodaggio nel progetto già da metà stagione".

A che punto siamo col il rinnovo di Kessie?

"È una vicenda che si ripete. Elliott ha imposto un tetto salariale, quindi il futuro dipende solo da Kessie: o si mette una mano al cuore e al portafoglio e accetta la proposta del Milan o altrimenti il matrimonio non si può fare. Attualmente le basi per il rinnovo non ci sono e non credo che la situazione verrà affrontata di marzo; sarà fondamentale anche il cammino in Champions League".