Milan Primavera, Giunti: "Abbiamo aggredito la partita come volevamo"

17.04.2021 19:54 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: acmilan.com
Milan Primavera, Giunti: "Abbiamo aggredito la partita come volevamo"
MilanNews.it

L'allenatore della Primavera Federico Giunti ha parlato ai canali ufficiali del club al termine di Milan-Torino, match vinto dai rossoneri per 3-1: "È stata una partita che poteva sembrare facile dopo il primo tempo, vuol dire che abbiamo fatto bene. L’abbiamo aggredita come volevamo, se non fai così fai passare il tempo e le tieni aperte, non sai mai come vanno a finire. I ragazzi sono stato veramente bravi a trovare soluzioni per mettere in difficoltà il Torino, abbiamo fatto gol finalmente, ne potevamo fare anche altri. Mi è piaciuto un po’ meno il secondo tempo, non abbiamo avuto lo stesso atteggiamento del primo tempo. Quando non continuiamo a giocare diventiamo una squadra normalissima, avevamo interesse nel farlo e non l’abbiamo fatto, se devo fare un appunto ai ragazzi è questo. Il risultato l’abbiamo tenuto e alla fine va bene così, abbiamo mosso la classifica con i tre punti che ci fanno contenti. Siamo ripartiti nella seconda parte della stagione come volevo. Chiaramente siamo esigenti perché i ragazzi devono crescere da questo punto di vista, ci siamo passati tutti. Anche io ho giocato a calcio, so benissimo che può succedere un rilassamento inconscio, in questo caso devi essere bravo a dare il massimo, a fare quella corsa in meno e tenere la palla di più. Piccole cose, cresceranno ma è giusto che imparino a metterle in pratica già da adesso".

La crescita della squadra: "Al di là dell’aspetto tecnico quello che mi è piaciuto della squadra dall’inizio dell’anno la voglia di buttare giù in campo qualcosa in più dal punto di vista agonistico. Avevo dei dubbi da questo punto di vista perché in passato qualcosa c’è mancato sotto questo aspetto, invece devo dire che ce le giochiamo tutte le partite. La partita che abbiamo perso contro la Juventus è stata una partita che dal punto di vista dell’impegno e della voglia di rimontare ci siamo sempre stati. Anche oggi quando le cose si sono fatte più difficili siamo sempre stati uniti, ci siamo dati una mano. Il miglioramento più grande che abbiamo fatto dall’inizio dell’anno è questo”.

Sull'unità di gruppo: "L’unità del gruppo c’è sempre stata, ogni componente che scende in campo tira il massimo da se stesso da questo punto di vista. Ci hanno sempre etichettato come squadra che gioca ed è propositiva, ma per arrivare al punto manca sempre qualcosa nell’aggressività e nella concentrazione. Da questo punto di vista siamo cresciuti particolarmente”.