Strasser: "Al Milan ho vissuto ricordi indimenticabili. La nostra squadra era una famiglia"

13.01.2021 19:12 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
Strasser: "Al Milan ho vissuto ricordi indimenticabili. La nostra squadra era una famiglia"

Intervenuto ai microfoni del canale Twitch del Milan, Rodney Strasser ha parlato dei suoi ricordi al Milan. Queste le sue parole:

Sul gol a Cagliari

"Il gol più importante per la mia carriera ed è stato fondamentale per la squadra. E' stato un bel momento. Con il VAR adesso non si sa mai"

Su Gattuso

"Rino e la squadra sono stati come una famiglia per me. Anche quando giocavo in Primavera mi è stato vicino e abitavo vicino alla sua famiglia"

Sul provino al Milan

"Mi ricordo che con la mia squadra in Sierra Leone facevamo dei tour in Europa e il Milan mi aveva notato. Avevo fatto un provino ma non mi presero subito perchè volevano vedere come crescevo e come mi comportavo. Il primo provino che avevo fatto, l'avevo fatto con Baresi al Vismara e ricordo che mi aveva fatto grande piacere"

Sulla squadra

"Io sono tifoso del Milan. Speriamo che quest'anno vada bene e che la squadra possa lottare per lo scudetto"

Sulla prima volta a San Siro

"La prima volta che sono entrato a San Siro ho ripensato quando in Sierra Leone guardavo quello stadio con occhi da tifoso. Guardavo questi campioni in televisione e ora ci giocavo insieme e li affrontavo. E' stato incredibile e indimenticabile. Giocare a San Siro era incredibile"

Su Milanello e la squadra

"A Milanello ero seduto vicino ad Amelia, Pato e Zambrotta. Il primo giorno non mi mostrai timido ma la prima volta che entrai nello spogliatoio ero incredulo. Sedevo vicino a campioni incredibili. Boateng e Robinho erano simpaticissimi. Ballavamo sempre e c'era grande allegria. Eravamo una famiglia."

Sul giocatore più forte con cui ha giocato

"Ronaldinho è il giocatore più forte con cui ho giocato. Giocava a calcio in maniera incredibile, con grande naturalezza."

Su Ibrahimovic.

"Ibrahimovic è un esempio per tutti. abbiamo visto come è cambiato il Milan e il calcio ma lui continua a fare la differenza. Lui vuole vincere sempre, in tutte le occasioni e questo è un pregio. E' diverso nella vita di tutti i giorni rispetto a quello che sembra in tv."