Pagelle - Tomori sugli scudi. Malissimo in tanti. Pioli sbaglia di nuovo

19.12.2021 23:06 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Pagelle - Tomori sugli scudi. Malissimo in tanti. Pioli sbaglia di nuovo
MilanNews.it
© foto di ALBERTO LINGRIA

Queste le pagelle di Milan-Napoli:

Maignan 6: Elmas lo impallina sul primo palo, ma Ibrahimovic e Tonali se lo dimenticano in comproprietà in quello che è l’episodio che decide la partita. Poi effettua una quantità industriale di lanci con i piedi.

Florenzi 6,5: stantuffa in maniera perpetua sulla corsia di destra. Sfiora il gol del pareggio con un gran sinistro al volo che esce di pochissimo alla sinistra di Ospina. Ringhia ed è molto presente nella partita. (dall’85’ Kalulu sv).

Tomori 6,5: insuperabile. Petagna lo sposta dopo pochi secondi, lui capisce che è serata di lotta e prende le misure al 37 azzurro. Decisivo in chiusura, proprio su Petagna, nel secondo tempo.

Romagnoli 6: match senza macchie per il capitano, che viene coinvolto molto nella fase di possesso. Difensivamente parlando si comporta bene.

Ballo-Touré 6: Lozano è un brutto cliente, ma contrariamente alle aspettative della vigilia, si comporta bene. Mette un bel cross che Ibrahimovic, per poco, non tramuta nel gol del pareggio.

Tonali 5,5: ai fini del risultato, la dormita in contemporanea con Ibrahimovic sul gol di Elmas è l’errore che costa la sconfitta al Milan. Perché al netto di qualche pallone perso in più rispetto al solito, è uno dei pochi che gioca sempre in avanti e non andando indietro. (dal 77’ Bennacer 5,5: è il solito cambio di Pioli, quando cerca di trovare qualche lancio in area di rigore, ma impreciso).

Kessie 5: aveva segnato il gol del pareggio, redimendo una prestazione da mani nei capelli. Ma con il gol tolto dal Var, ecco che si torna ad analizzare quanto di poco buono fatto in campo, con molta imprecisione e troppi pochi contrasti vinti.

Messias 5,5: ha due volte la giocata con ritmo per andare sul mancino, una di queste nel secondo tempo che esce di poco. Ma contro Di Lorenzo ha vita difficile, cercando di giocare dentro al campo laddove la banda è occupata. (dal 77’ Castillejo 6: entra con un compito preciso, come a Udine: buttare in area cross. Lui lo fa).

Brahim Diaz 5: mangiato da Demme e Anguissa. Non trova mai la posizione giusta per liberare la sua qualità che è fondamentale in questo sistema di gioco. Dal dopo covid non è più quel giocatore che dava la sensazione di squarciare le difese avversarie. (dal 62’ Giroud 5: imballato, dal post infortunio e da una difficoltà nel trovare il suo spazio in campo. Sono lontani i ricordi delle prime giornate).

Krunic 5: a furia di giocare fuori ruolo, vengono fuori i suoi limiti strutturali nel fare l’esterno. Ma la colpa non è nemmeno sua, ma di chi lo schiera in quella posizione di campo. Non incide. (dal 62’ Saelemaekers 6: un esterno che gioca largo e apre maggiormente le maglie della difesa avversaria. Forse non era così difficile da fare anche a inizio partita).

Ibrahimovic 5: perde malamente Elmas sul primo palo e lì il Napoli vince la partita. Sfiora il gol di testa e poi Ospina gli nega la rete con una super parata. Ma nel resto della partita c’è parecchio vuoto. Contro Juan Jesus e Rrhamani ci si sarebbe aspettato qualcosa di più. Di molto di più.

All. Pioli 5: una squadra scarica, che non alza mai il ritmo della contesa quando il Napoli si chiude all’angolo con i guantoni alti. Tiene fuori Saelemaekers continuando, sbagliando, a insistere su Krunic come esterno. Perché? Gli assenti pesano troppo sull’economia della sua squadra.