Gazzetta - Bonera: "Milan squadra giovane, servono tempo e pazienza. Ibra? Un campione"

17.11.2019 08:00 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Gazzetta - Bonera: "Milan squadra giovane, servono tempo e pazienza. Ibra? Un campione"

Dal calcio giocato alla panchina, intesa come “luogo” di lavoro. Dalla Spagna all’Italia. Daniele Bonera è tornato al Milan ed è l’unico, tra i membri dello staff tecnico, a essere sopravvissuto alla tempesta di ottobre. L’ex difensore, infatti, era nella squadra di Giampaolo ed è stato confermato anche dopo l’esonero dell’allenatore abruzzese.

"In pochi mesi sono arrivati due allenatori - ha dichiarato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport - diversi metodi di lavoro, due modi di pensare a livello difensivo. Con Giampaolo si pensava più alla palla, con Pioli si va sul pratico e si pensa anche al piazzamento dell’uomo. Ma il lavoro di qualsiasi tecnico va riconosciuto. Giampaolo non ha avuto il tempo che gli sarebbe servito, ma in un club come il Milan il tempo non è mai molto. E il lavoro di Pioli dopo poco più di un mese non è ancora valutabile".

Il cambio in panchina non ha dato i frutti sperati, ma il gruppo è tutt’altro che scoraggiato: "Giocatori poco felici? Non stiamo parlando di una galera. Al Milan si sta bene, anche se al momento i risultati non sono positivi. Vedo ragazzi che si impegnano tantissimo. Molti sono davvero giovani, a vent’anni ci vuole tempo per adattarsi ad altri mondi".

Il Milan, però, deve cambiare marcia. E alla svelta: "Bisogna migliorare ancora - ha affermato Bonera - alzare il livello di attenzione anche nel finale. È una squadra giovane, ovvio che ci voglia tempo. Preoccupati per la classifica? Se preoccuparsi significa occuparsi prima, credo che sia giusto. Dobbiamo utilizzare il tempo per crescere, ma non ho mai visto uno dei ragazzi tirarsi indietro davanti alla fatica. A questo Milan serve pazienza, che nel calcio è merce rara. Ma stiamo provando a fare meglio, ogni giorno".

E la risposta su Ibrahimovic, che continua a essere accostato ai rossoneri in vista del mercato di gennaio, è concisa ma efficace: "Che tipo è? Un campione".