Pioli a Sky: "Per determinazione non siamo secondi a nessuno. Leao? Ci ho parlato in settimana, sono contento"

26.10.2020 23:21 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di PHOTOVIEWS
Pioli a Sky: "Per determinazione non siamo secondi a nessuno. Leao? Ci ho parlato in settimana, sono contento"

Stefano Pioli è stato intervistato da Sky Sport nel postpartita di Milan-Roma.

Sulla partita: "Vado a casa soddisfatto della prestazione, non dobbiamo guardare la classifica. E' inutile nasconderlo, a fine partita i giocatori non erano soddisfatto, i rimpianti ci sono, ci abbiamo provato fino alla fine. L'occasione di Romagnoli lo testimonia. Tutta la prestazione è stata di livello, contro un'avversaria forte, Le palle inattive loro le hanno sfruttate meglio di noi. Questa è la strada giusta, questa prestazione ci dà ulteriore convinzioni".

Sull'assenza di Donnarumma: "Gli errori fanno parte del calcio, Tatarusanu ha sbagliato i tempi di uscita. E' un portiere forte, al debutto, qualcosina può avere pagato. La prestazione della squadra è stata attenta, generosa e di spirito. Lavoriamo su ogni partita e in preparazione alla prossima".

Sui rigori: "Non voglio commentare".

Sugli errori di controllo: "Soprattutto nel primo tempo, a volte abbiamo forzato troppo. In alcune scelte siamo stati poco lucidi, bastava muoverla un po' di più per creare spazi. Su questo potevamo fare meglio, ma abbiamo cercato sempre di essere pericolosi. Potevamo fare più gol, non dimentichiamoci però che la Roma ci è arrivata davanti. Noi stiamo crescendo, avremo bisogno di tutti i calciatori, abbiamo le qualità per andare avanti in tutte le competizioni. Ci è mancata un po' di precisione tecnica in momenti in cui potevamo comandare la partita".

Su Leao: "In settimana ho parlato in modo abbastanza chiaro a Rafa su quello che mi aspetto da lui, sono molto contento dalla sua prestazione. Deve insistere in questo modo, è un ragazzo molto giovane e forte. Saelemaekers sta crescendo tanto, anche Castillejo, Rebic ci manca da più di un mese, Hauge stava facendo bene. Abbiamo alzato il livello del reparto, alza la competitività".

Sul momento: "C'è un'ambiente positivo, piena sintonia, lavoriamo al massimo ogni singolo giorno. Mi piace venga sottolineato lo spirito della squadra, è un gruppo generoso. Dal punto di vista della determinazione non siamo secondi a nessuno. Dobbiamo continuare a proseguire con questo atteggiamento".

Sull'emergenza sanitaria: "Siamo controllati tutti i giorni o quasi, purtroppo però non siamo esenti da una situazione che sta colpendo tutti. Stiamo facendo il massimo, siamo ligi alle regole, la società ci sta aiutando. In un momento così difficile per tutti è molto importante che si continui i giocare, per dare un po' di svago ai tifosi e agli sportivi. Mille tifosi sono pochi ma oggi si è sentita la differenza, è un passo indietro e non è facile".