Un rientro importante in difesa e una prova di carattere: anche così il Milan ha vinto il derby

18.10.2020 20:00 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Un rientro importante in difesa e una prova di carattere: anche così il Milan ha vinto il derby

Dopo 10 anni il Milan torna a vincere un derby in casa dell'Inter. I rossoneri escono dalla stracittadina milanese con i tre punti e una prestazione da grande squadra. Un attacco appoggiato sulle spalle di Ibrahimovic, una diga a centrocampo formata da Kessiè e Bennacer e una difesa che regge i tantissimi colpi dell'attacco spaziale dell'Inter. Mister Pioli ha lavorato molto per perfezionare il reparto difensivo, ieri formato da Calabria, Kjaer, Romagnoli e Theo Hernandez. Un test difficile per i difensori rossoneri, che con esperienza, qualità e quantità sono riusciti a bloccare la maggior parte degli affondi neroazzurri. 

UN RIENTRO IMPORTANTE - E' stato un rientro importante quello di Alessio Romagnoli nel derby di ieri contro l'Inter. Pur essendo in emergenza totale in difesa date le assenze di Duarte e Gabbia, ancora positivi al Covid-19, il capitano rossonero si è ritrovato titolare nella retroguardia di Pioli. Il numero 13 rossonero è stato indisponibile per un problema al polpaccio che lo ha tenuto ai box per tre mesi, e in questo inizio di stagione ha esordito nella gara più difficile e più sentita per il mondo rossonero. E' stata una prova di banco importante per Romagnoli, che ha provato a tener testa a Romelu Lukaku, attaccante da grandi doti fisiche. Marcare il belga è molto difficile, ma il difensore classe '95 con esperienza è riuscito a tener botta all'interista, pur non avendo fornito una grande prestazione.

PROVA DI CARATTERE - La retorica da derby predica che la stracittadina milanese sia una partita in cui, alle volte, il carattere è un fattore più rilevante dei tatticismi. Analizzando tatticamente la prestazione dei centrali rossoneri, nè Kjaer nè Romagnoli hanno fornito una prestazione perfetta ma sono stati protagonisti di una partita efficace. Contro due attaccanti come Lukaku e Lautaro, una delle coppie più incisive nel calcio europeo, i centrali rossoneri hanno mostrato carattere, hanno saputo soffrire e hanno sopportato le avanzate offensive neroazzurre. Caratterialmente parlando, il duo dei centrali rossoneri ha mostrato grande maturità oltre che una sintonia ritrovata dopo la lunga assenza di capitan Romagnoli.