Milan, sarà addio per 3 centrocampisti. C’è pure Ducan per sostituirli

25.03.2019 08:24 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Milan, sarà addio per 3 centrocampisti. C’è pure Ducan per sostituirli

Nella lunga lista di giocatori che l’anno prossimo potrebbero vestire la maglia del Milan, c’è sempre il nome di Alfred Duncan, centrocampista del Sassuolo. Gli interessi nei confronti del ghanese risalgono alla gestione Mirabelli, quando a Casa Milan in più di un’occasione c’erano stati incontri con la dirigenza del Sassuolo. Poi anche l’attuale management ha continuato a parlarne, considerando i buoni rapporti con il club di Squinzi e i recenti affari, come il trasferimento di Manuel Locatelli in neroverde. Il giocatore aspetta ancora il rinnovo di contratto, in scadenza nel 2020, ciò vuol dire che dalla prossima estate avrà un legame con il Sassuolo di solo una stagione. Ecco dunque che il Milan potrebbe inserirsi e formulare quell’offerta da circa 20 milioni che il club emiliano chiedeva anche a gennaio. Duncan potrebbe essere un ottimo comprimario, considerando che in estate ben 3 centrocampisti lasceranno il Milan, ovvero Josè Mauri, Bertolacci e Montolivo. Dunque il Milan oltre a pensare ai top in mezzo al campo, come il riscatto di Bakayoko, dovrà andare anche alla ricerca di giocatori duttili e d’esperienza. Duncan è un classe 93, non più giovanissimo, ma è nel pieno della sua carriera e aspetterebbe il salto in una big per completare il suo processo di crescita.

Intanto oggi ci sarà la ripresa degli allenamenti a Milanello per cominciare a preparare la sfida alla Sampdoria, fondamentale per lanciare un segnale al campionato dopo la brutta sconfitta nel derby. Gattuso non avrà ancora gli undici nazionali sparsi per il mondo, ma ha una buona fetta di titolari per intavolare le mosse anti-blucerchiato. Tra i primi obiettivi del tecnico c’è il rilancio di Suso, rimasta a casa insieme a Biglia, Bakayoko, Musacchio, e pronti a dare battaglia per queste ultime dieci gare di campionato.