Ululati razzisti in Verona-Brescia: assolto l'unico imputato. Balotelli assente in aula

06.03.2021 00:30 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ululati razzisti in Verona-Brescia: assolto l'unico imputato. Balotelli assente in aula

È stato assolto l'unico imputato accusato di violazione della Legge Mancino per gli ululati rivolti a Mario Balotelli nel corso della partita tra Verona e Brescia del 3 novembre 2019: "Vado in chiesa, sono buono, non sono razzista. Non avrei mai fatto quel tipo di ululati. Non sono nemmeno un tifoso, quell'occasione è stata la seconda volta che sono andato allo stadio in 7 anni di permanenza in Veneto". Si difende così Salvatore Lo Presti, 40ene siciliano che era stato accusato dopo i cori razzisti urlati da una decina di persone nel corso della partita sopracitata. "Non ha commesso il fatto" è la sentenza che assolve Lo Presti con formula piena dal Tribunale collegiale di Verona presieduto dal giudice Alessia Silvi. Balotelli, oggi al Monza, che era stato citato come testimone dell'accusa, non aveva mai voluto costituirsi parte civile e ieri non si è presentato in aula a deporre, cosa che invece ha fatto l'imputato Lo Presti direttamente dalla Sicilia. A riportarlo è Il Corriere di Verona.