Galliani: "Dida il top al mondo fino ai petardi lanciati dalla curva dell'Inter, Rossi quello psicologicamente più forte"

22.09.2022 18:08 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Galliani: "Dida il top al mondo fino ai petardi lanciati dalla curva dell'Inter, Rossi quello psicologicamente più forte"
MilanNews.it
© foto di Alberto Fornasari

Presente al Festival dello Sport a Trento, Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza, ha parlato anche dei portieri avuti nella sua lunga carriera da dirigente: "Sebastiano Rossi psicologicamente è il portiere più forte che ho avuto. Ogni anno pensavo di prendere uno più forte di lui, ma psicologicamente lo uccideva e giocava puntualmente lui. Dida il più forte del Mondo fino a quando i petardi della curva Nord dell'Inter gli fecero del male. Dopo non fu più il primo in assoluto. Ma Dida è sempre presente perchè ancora adesso vado a rivedere i rigori della finale di Champions League contro la Juventus dove ne parò 3. Donnarumma? Lo ricordo nella coppa vinta nel 2016. Mauro Bianchessi un giorno arrivò nel mio ufficio dicendomi che era il più forte in assoluto ma stava per firmare con l'Inter. Riuscii a portarlo da noi al Milan a 14 anni. A 16 esordì in Serie A e nell'Europeo che abbiamo vinto è stato eletto come miglior giocatore del torneo, non come miglior portiere. Poi purtroppo la memoria nel calcio è corta. Buffon? Proviamo in tutti i modi a portarlo al Milan, giocava in un grande club come il Parma. La mamma decise di volerlo vicino a se, vicino casa. Noi avevamo come osservatore Lorenzo Buffon, vagamente parente di Gigi. Io tanti anni fa presi Lloris. Abbiati doveva andare al Palermo. Lui rifiutò il trasferimento e Hugo Lloris doveva arrivare al suo posto. Ma non andò così".