Una bella dozzina per cominciare in bellezza

Dodici gol nell'esordio dei campioni d'Italia contro la Solbiatese; buone indicazioni per Allegri e tanto entusiasmo fra i 4500 tifosi che hanno assistito alla prima partita con il tricolore sul petto.
21.07.2011 00:48 di Davide Bin  articolo letto 4114 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Una bella dozzina per cominciare in bellezza

La prima amichevole stagionale è sempre un evento, anche quando viene disputata contro avversari decisamente inferiori, ma qualunque risultato va considerato per quello che vale, cioè poco, perchè dopo una sola settimana di ritiro si può solo andare alla ricerca di qualche indicazione e non di certezze per il futuro. Questo discorso valeva in passato, quando spesso il Milan aveva stentato alla prima uscita e deve valere anche ora che sono arrivate addirittura dodici reti contro la malcapitata Solbiatese, sommersa da una squadra che aveva voglia di divertire e divertirsi alla prima uscita con il tricolore sul petto. Grande entusiasmo (4500 spettatori circa) nel piccolo stadio di Solbiate Arno (a pochi chilometri da Milanello) per i campioni d'Italia, ancora incompleti per l'assenza dei sudamericani impegnati in Coppa America, ma che hanno schierato fin dall'inizio Ibrahimovic e Cassano, appena aggregati alla squadra ma in grado di poter scendere in campo. Lo svedese si è presentato a modo suo con una doppietta/tripletta (dipende se il gol del 5° minuto viene considerato gol di Ibra o autorete) e, soprattutto, con una spettacolare prodezza da fuori area, mentre il barese (anche lui a segno) è apparso sotto tono, anche se a detta dello staff tecnico si è presentato a Milanello in condizioni migliori rispetto a gennaio, quando venne acquistato dal Milan. Per la cronaca il primo gol stagionale è stato realizzato da Clarence Seedorf, uno dei più brillanti perchè evidentemente vuole dimostrare di poter essere ancora uno dei trascinatori di questa squadra, come avvenuto nella fase finale e decisiva della scorsa stagione, perchè l'olandese rimane un campione di razza, soprattutto quando lascia da parte indolenza e pigrizia; a proposito di senatori campioni di razza, si è rivisto anche il "maestro del gol" Inzaghi che, ovviamente, ha "timbrato il cartellino" realizzando la rete n°11 della scorpacciata rossonera, imitato, anzi preceduto, dal suo allievo prediletto Paloschi, che ha giocato in coppia con lui nella ripresa. Il gol più bello, però, è stato quello di Emanuelson, che ha il non facile compito di convincere Allegri che come mezz'ala sinistra anche lui può dare il suo contributo senza andare a cercare quel fantomatico mister X che gli porterebbe via ulteriore spazio, che già non è facile trovare, nonostante le buone doti sia tecniche che fisiche mostrate in questa prima uscita. Allegri ha schierato, soprattutto nella ripresa, anche molti giovani, due dei quali, Valoti nel primo tempo e il figlio d'arte Comi nel secondo, sono andati anche a segno; anche questi ragazzi dovranno sfruttare questa fase della preparazione per mettersi in mostra e convincere Allegri a dare loro spazio anche più avanti, quando le partite non saranno semplici amichevoli estive contro "sparring partners" ma varranno molto per la conquista di trofei importanti. Insomma, in attesa di avere presto la rosa al completo e di poter preparare al meglio il primo importante impegno ufficiale (la supercoppa a Pechino contro l'Inter del 6 agosto), Allegri ha potuto fare il check-up dopo la prima intensa settimana di allenamenti e sono arrivate interessanti indicazioni, perchè ci sono stati molti spunti positivi ma si è notata anche qualche cosa da rivedere, come è giusto che sia, perchè l'estate e il ritiro servono proprio a questo, cioè a lavorare con calma, serenità e impegno per costruire una squadra in grado di lottare su più fronti da settembre a maggio. Se il buon giorno si vede dal mattino, dodici gol sono un ottimo punto di partenza e dimostrano che i ragazzi hanno voglia di impegnarsi e vincere, trascinati come sempre da Ibrahimovic che ha sete di gol e vittorie anche se ha solo un giorno e mezzo di allenamenti nelle gambe, ma il lungo cammino della nuova stagione è appena iniziato e si preannuncia lungo e ricco di salite e di insidie e per affrontarlo al meglio servirà grande impegno e forza di volontà, ma siamo sicuri che Allegri e i suoi ragazzi ce la metteranno tutta per regalarci ancora tante soddisfazioni e per onorare al meglio quel triangolino tricolore che ha fatto il suo esordio sulle gloriose maglie rossonere in quest'amichevole ricca di gol e divertimento per tutti.