K. Leite (ex pres. Flamengo): "Inopportuna la cessione di Paquetà per 35 milioni di euro, chi ha fretta mangia crudo"

10.10.2018 17:48 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 89924 volte
K. Leite (ex pres. Flamengo): "Inopportuna la cessione di Paquetà per 35 milioni di euro, chi ha fretta mangia crudo"

Kleber Leite, ex presidente del Flamengo, ha commentato molto negativamente, attraverso il proprio sito, la cessione di Lucas Paquetà al Milan: "Strana e inopportuna per questo momento la vendita di Paquetá al Milan per 35 milioni di euro. Strano nella misura in cui il valore annunciato - 35 milioni di euro - è molto inferiore a quanto stipulato nel contratto in caso di vendita all'estero (50 milioni di euro). E ancora più strano, perchè oltre al Milan c'erano anche Paris Saint-Germain e Barcellona interessati. Ci sarebbe potuta essere un'asta fino ai termini previsti dalla clausola rescissoria. Ho letto che i nostri manager sono andati a Milano per chiudere, quando in realtà la normalità prevede che l'acquirente vada in visita al venditore. Forse il piacere di vendere spiega il caso. E prima che mi dimentichi, è più che necessario stabilire la verità sulla vendita di Vinicius Junior al Real Madrid, in cui i leader del Flamengo sono stati elogiati per la transizione insolita, in cui il club spagnolo è arrivato a pagare 45 milioni di euro. Il merito di questa trattativa era esclusivamente dell'agente del giocatore, Frederico Pena, che una volta era mio assistente nell'area commerciale ed è estremamente talentuoso. E' stato lui a riuscire a giocare sulla rivalità tra Real Madrid e Barcellona e, in questo modo, ha ottenuto il prezzo massimo. Ora la fretta di vendere ha portato ad accettare un'offerta lontana da quello che si sarebbe potuto ottenere. Come diceva sempre mia nonna Corina, "chi ha fretta mangia crudo". Per i fan del Flamengo, che pensano solo ai risultati, un anno orribile. Per i manager, che pensano solo ai soldi, un anno ... spettacolare!!!".